Con un marchio preciso

aprile 16, 2014 di

Porrajmos

Leggi il seguito di questo post »

Poeti Greci Contemporanei (XII)

aprile 15, 2014 di

Gabriele Nachmìas, Nominati

Γαβριήλ Ναχμίας
Gabriele Nachmìas

Poiein

Circa due anni fa, durante una nottata a un baretto di Exàrcheia, Sotìrios a un certo punto tirò fuori da un sacchettino due libri. “Questo è il mio ultimo”, disse, “aspetta che ti faccio la dedica”. “Questo, invece, è di un bravo scrittore.” Il libro si chiamava “Nominati”. Gli diedi un’occhiata veloce. Chiesi a Sotìrios: “Chi è Gabriele Nachmìas, l’autore, lo conosci?” “No”, rispose lui, “ma potrebbe benissimo essere il nostro Borges.” Poi il libro l’ho dimenticato su uno scaffale. Poi ho fatto dei traslochi ed è scomparso. Tornato a casa dal colloquio, un po’ incazzato come al solito, e dando per caso un’occhiata ai pochi libri che riescono a seguirmi in giro per il mondo, ho trovato “Nominati”.

Leggi il seguito di questo post »

Della prossimità e della distanza

aprile 14, 2014 di

Anselm Kiefer, Sternenfall, 1995

Leggi il seguito di questo post »

Note di ascolto (III) – Giuseppe Verdi, Nabucco

aprile 13, 2014 di

Chorus of hebrew slaves

Antonio Scavone

Note di ascolto (III) – Giuseppe Verdi, Nabucco
(Va’ pensiero sull’ali dorate)

     È il coro più famoso, più popolare e più eseguito dell’opera lirica: è il celeberrimo Va’ pensiero sull’ali dorate dal “Nabucco” che Giuseppe Verdi compose sul libretto di Temistocle Solera e che fu rappresentato per la prima volta alla Scala di Milano nel 1842.
     La storia del “Nabucco” è quella dell’assedio del re assiro Nabucco (Nabucodonosor) alla città di Gerusalemme, infliggendo morte, distruzione e schiavitù agli assediati, gli ebrei Leviti. Ma è anche la storia delle due figlie di Nabucco: l’una, Fenena, erede naturale al trono e fedele; l’altra, Abigaille, figlia presunta e ambiziosa. Leggi il seguito di questo post »

Ritratti in nero

aprile 12, 2014 di

Franco Fanelli, Malacarne, 2003-2009

Leggi il seguito di questo post »

Come i corpi le cose

aprile 11, 2014 di

Pasquale Vitagliano

Pasquale Vitagliano

[...] Il terzo tentativo di Vitagliano si riconnette esattamente a quello che lo ha preceduto ma il tono il passo e l’impegno di scrittura sembrano assai diversi.
Subentra la critica di costume e l’impegno civile si rivela qualcosa con cui bisogna in ogni modo riuscire a fare i conti. Molti dei testi contenuti nella raccolta, infatti, trattano temi di frontiera e sono frutto dell’osservazione di cambiamenti spesso profondi nella cultura italiana (soprattutto di quella meridionale).
[...] Non si tratta comunque di una conversione di Vitagliano alla poesia civile di taglio neorealista quanto della riconversione di certi temi già presenti nei suoi libri precedenti in un’ottica di oggettività descrittiva (il che certamente non esclude la presenza e l’impatto forte con la soggettività). I luoghi e le situazioni rappresentano pur sempre un “paesaggio dell’anima”.
Non si tratta, infatti, di una protesta contro un mondo pietrificato nella sua presenza di sempre quanto la volontà di rappresentare in essi la scarnificazione dei corpi e la trasformazione degli oggetti in una sorta di inquietante materia vivente (come in un romanzo di William S. Burroughs). Leggi il seguito di questo post »

Quaderni delle Officine (XLII)

aprile 10, 2014 di

Quaderni delle Officine
XLII. Aprile 2014

quaderno part_ b_n

Luigi Sasso

______________________________
Schedario I-III (2014)
______________________________

***

Schedario (III)

aprile 10, 2014 di

Paolo Beneforti

Luigi Sasso

Schedario (III)

       Gli occhiali di Kounellis

     Ciò che si vede, in fondo al pozzo, è un numero incalcolabile di occhiali. E’ il pozzo di S. Caterina, a Montalcino. Si tratta di un elemento piuttosto consueto del paesaggio urbanistico di queste zone. Un pozzo in pietra si trova nella piazza principale di Pienza, un altro di fronte alla chiesa di S. Agostino, a Montepulciano. Questo elemento dell’arredo urbano che, nella vecchia Montalcino, forniva l’acqua a un intero quartiere, si è trasformato in un’installazione di Jannis Kounellis. Il pozzo ha quattro imboccature sovrastate da una struttura di ferro su cui sono ancorate altrettante carrucole. Leggi il seguito di questo post »

Il lievito Madre/Padre, o Doping, nella poesia di Angela Bonanno

aprile 9, 2014 di

Angela Bonanno

Manuel Cohen
Angela Bonanno

 

REPERTORIO DELLE VOCI
NUOVA SERIE, N. 3 (XXX)

 

“A rose ca gallegge ndó becchiere
me guarde cu duje uocchje annammarute]
pe ddìreme ca pe edde só fenute
i tiembe de spascézze ndó giuardine”

“La rosa che galleggia nel bicchiere
mi guarda con due occhi amareggiati
per dirmi che per essa son finiti
i tempi di goduria nel giardino”.

(Assunta Finiguerra,
Tatemije, Mursia 2010)

Leggi il seguito di questo post »

Ponts suspendus

aprile 8, 2014 di

Ponti sospesi

Marco Ercolani

Per Ponts suspendus

     Ponts suspendus, prodotto da Le Merlan, Scène National à Marseille e Cia. SIC. 12, rappresentato a Marsiglia il 13 marzo e a Genova al Teatro dell’Archivolto il 18 marzo 2014, è un evento concepito da Gustavo Giacosa e dalla sua compagnia, composta da Lucia Della Ferrera, Fausto Ferraiuolo, Gustavo Giacosa, Akira Inumaru, Marion Bottollier, Francesca Zaccaria. Le musiche dal vivo sono opera dello stesso Ferraiuolo. Leggi il seguito di questo post »

L’immunità dell’ignoranza

aprile 7, 2014 di

Spyros Aravanìs

Leggi il seguito di questo post »

Consigli per gli acquisti

aprile 6, 2014 di

Michelangelo Pistoletto, Venus of Rags, 1967

Maurizio Manzo

Consigli per gli acquisti e altre news

1

Il sapore c’investe
il divieto allenta lo sguardo
in avere si pensa
scorra la nostra vita
rispecchiata al glucosio
rivestita in fusioni
perfettina lucente
epidermide tiepida
ti separa la luce
l’immortale sensore
l’animale tuo fiuto
un volgare richiamo.

Leggi il seguito di questo post »

Lacrime

aprile 4, 2014 di

Nicola Samorì

Antonio Scavone

Lacrime

     È da un po’ di tempo ormai che piango per un nonnulla. Ci saranno sicuramente delle ragioni profonde per questa mia eccessiva emotività ma a me sembrano tutte fittizie e occasionali. Mi ritrovo in una condizione di vita che si può definire modesta o mediocre: ho un lavoro che non mi gratifica, una moglie e dei figli che non rappresentano quello che mi sarei aspettato da una famiglia in termini di comprensione, di affetto, di amore. Leggi il seguito di questo post »

Metri popolari

aprile 3, 2014 di

Richi Ferrero, Bwindi light masks

Giuseppe Cornacchia

“condividendo metri
ne occupi lo spazio
non pensi quale spazio
connoti la misura
nel tutto vivo della grazia
che metro è un metro”

Leggi il seguito di questo post »

Leopardi e la musica

aprile 2, 2014 di

Leopardi, Infinito, Autografi

Vincenzo Guarracino

LEOPARDI E LA MUSICA

“E poi che finalmente mi discese / la cara voce al cor…” (Il primo amore, vv. 52-53).

“Ed erra l’armonia per questa valle” (Il passero solitario, v. 4).

Leggi il seguito di questo post »


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 3.361 follower