Posts Tagged ‘rocco scotellaro’

Il refrain libero e civile di Vincenzo Mastropirro

aprile 1, 2014

Vincenzo Mastropirro

Manuel Cohen
Vincenzo Mastropirro

REPERTORIO DELLE VOCI
NUOVA SERIE, N.2 (XXIX)

 

sempre e ovunque

Quanne u fiote s’accarne
ogne vibrazione devènde museche
da dà, camèine, scappe e po’ abbuaisce
patrune-e-suotte, du timbe e du sune.

[Quando il fiato s'accarna, / ogni vibrazione diventa musica / da lì, cammino, corro e poi volo / padrone e schiavo, del tempo e del suono.]

I quattro versi di Sempre e ovunque, testo ancillare con cui si apre la nuova raccolta di Vincenzo Mastropirro, Poésìa sparse e sparpagghiote. Poesia sparsa e sparpagliata, (prefazione di Nicola Pice, postfazione di Anna Maria Curci, CFR, Piateda -SO- 2013), valgono quale spia polisemica, e sono versi-emblema di un procedere erratico alle cui origini risiede un moto di libertà al contempo, stilistica, ritmico-prosodica, e di visione. E sono versi in cui da subito si manifesta quella particolare, connaturata predisposizione del dialetto a rendere con fresca musica la visione, ad appercepire dati immateriali e intuitivi nella fisicità perfetta e concreta delle cose: ‘il fiato che s’accarna’. Sono dunque versi-emblema di una possibilità di dire (panica e sensoriale, percepibile e ponderabile) liberamente, mettendo da parte, ma non per questo necessariamente ignorando, sovrastrutture di pensiero e strutturazioni retoriche.

(more…)

Terracarne

novembre 21, 2011

Franco Arminio

“I libri spesso sono una sconfitta per chi li scrive. Chi pensa di aver aggiunto qualcosa è un illuso. I libri migliori non aggiungono nulla, solo in pochi casi miracolosi sottraggono qualcosa al mondo e il mondo più tardi se ne accorge.”

(more…)


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.175 follower