L’immaginazione e i suoi fantasmi – di Massimo Rizzante

Continua a leggere L’immaginazione e i suoi fantasmi – di Massimo Rizzante

Annunci

Orfeo coperto di sabbia

redon.jpg

ORFEO COPERTO DI SABBIA
(Tratto da: Il Verbo dei Silenzi, Venezia, Edizioni del Leone, 1991)

Ecco – diremo – è questo
taglio di ferita infetta la memoria.

E’ dare un volto alla morte.

Un nome all’ombra.

Alla pupilla assente che ci scruta
dagli specchi murati dentro un grido.
Continua a leggere Orfeo coperto di sabbia

Note per una Critica futura – di Biagio CEPOLLARO

Le Note per una Critica futura sono state pubblicate in http://www.cepollaro.splinder.com/archive/2006-04 nel mese di aprile 2006.

Il testo è ora disponibile anche in formato E-book presso http://www.cepollaro.it/NotCriTe.pdf

*

Nota 1

Cosa vuol dire, leggendo della poesia, fare poi della critica? Cosa vuol dire oggi, in un tempo in cui il testo come entità semiologica, tende ad avere diverso statuto, incalzato dall’oralità secondaria della telematica e dall’utilizzo di altri media, diversi dal libro, con relative implicazioni? Continua a leggere Note per una Critica futura – di Biagio CEPOLLARO

Nomothetes – di Flavio ERMINI

Nomothetes

Nel linguaggio non cerchiamo nulla, piuttosto
costruiamo qualcosa.

Wittgenstein

La scrittura è inseparabile dal divenire: scrivendo
si diventa nutrice, si diventa animale o vegetale,
si diventa molecola.

Deleuze

Ognuno dei passi che il poeta arrischia porta al vivo e originario soggiornare presso le cose, a cogliere la tonalità fondamentale della loro voce, a nominarla. Continua a leggere Nomothetes – di Flavio ERMINI