Il ritorno del MinCulPop

Il ritorno del MinCulPop

Si parla tanto in questi giorni, con toni giustamente allarmati, del disegno di legge Levi-Prodi (tutti i particolari, con annessi links, li trovate qui). Se venisse approvato, significherebbe (ne è la “logica”, e deliberata, conseguenza), la fine della libertà di pensiero e di espressione in rete. E’ questo il fine a cui tendono?

Io non ho nessuna intenzione di firmare petizioni, a partire da quella del “grillo parlante in salsa padana“: so solo che ho voglia di combattere, come sempre, in tutti i luoghi possibili, con le armi del pensiero e della critica, in difesa di questo inalienabile diritto. Intanto, comincio col lasciare il mio primo commento su questa ennesima boiata fascista