Il ritorno del MinCulPop

Giordano Bruno, Campo dei Fiori

Il ritorno del MinCulPop

Si parla tanto in questi giorni, con toni giustamente allarmati, del disegno di legge Levi-Prodi (tutti i particolari, con annessi links, li trovate qui). Se venisse approvato, significherebbe (ne è la “logica”, e deliberata, conseguenza), la fine della libertà di pensiero e di espressione in rete. E’ questo il fine a cui tendono?

Io non ho nessuna intenzione di firmare petizioni, a partire da quella del “grillo parlante in salsa padana“: so solo che ho voglia di combattere, come sempre, in tutti i luoghi possibili, con le armi del pensiero e della critica, in difesa di questo inalienabile diritto. Intanto, comincio col lasciare il mio primo commento su questa ennesima boiata fascista

fuck.jpg

(Please enlarge…)

Annunci

11 pensieri riguardo “Il ritorno del MinCulPop”

  1. Caro Francesco, non ho parole. Hai letto la dichiarazione di Levi alle obiezioni sollevate sul disegno di legge? È impregnata della stessa menzognera ipocrisia che contraddistingue i peggiori governi liberisti-illibertari dei nostri tempi. Davvero una boiata fascistoide, né più né meno.

  2. Stefano, questo paese è stato così violentemente berlusconizzato, negli ultimi due decenni, che il ducetto di Arcore vince anche quando perde le elezioni.

    Questo governo rappresenta la (im)presentabile “bella copia”, al gusto di piastacchio e mortadella, della “simpatica” banda bassotti che ha affondato letteralmente il paese nei precedenti cinque anni, strappandogli etica, dignità, capacità di progettare il futuro.

    I cpt, veri e propri lager, sono ancora lì, in spregio di ogni diritto costituzionale; la legge “trenta” è lì, e questi, al massimo, parlano di “migliorarla” (sic!); la bossi-fini è lì, e questi l’hanno, se è possibile, resa ancora più dura e iniqua; migliaia di soldati italiani, in armi, recitano da attori protagonisti sui peggiori “teatri” del pianeta, e questi continuano a menarsela con la favola delle “missioni di pace” e delle “guerre umanitarie”; gli americani hanno comprato un altro pezzo d’Italia (Vicenza e dintorni) dove dislocare l’apparato pronto all’uso per la prossima “crociata”: Siria o Iran, a scelta; gli assassini e i macellai di Genova non solo sono a piede libero, ma fanno carriera; la tav si farà, alla faccia di quei contadinotti delle valli e con la benedizione di confindustria, banche e mafie assortite; due terzi del paese sono ormai proprietà privata della criminalità organizzata; dodici milioni di persone, qui da noi, sono ormai alla fame; la scuola non esiste più da tempo, e questi credono basti una riverniciatina agli infissi, mentre sta crollando l’intero edificio; i morti sul lavoro, una vera carneficina, sono in aumento, i padroncini gongolano e questi sono capaci soltanto di lanciare proclami ad ogni nuova strage…

    In compenso c’è una “buona” notizia: i dico e i pacs non si faranno!!!: magno cum gaudio!!! Vade retro agli omosessuali e alle coppie di fatto che attentano alle “sacre” istituzioni sulle quali si regge la nostra bimillenaria civiltà (“superiore”, detto en passant)! Con la benedizione del milione (al ribasso) di violentatori, soprattutto di minori, tra le consacrate mura familiari; e con quella del mezzo milione di “buoni” padri di famiglia che ogni anno lasciano questa ridente fogna a forma di stivale per andare ad abusare di bambini in estremo oriente o in Brasile e nell’America Latina (siamo terzi al mondo, in questa speciale clasifica, ma possiamo sempre migliorare)…

    Cosa manca(va)? Ma sì: tre ciliegine, tra le tante, sulla torta: l’impunità per omofobi e razzisti, soprattutto se danno fuoco agli accampamenti rom; un bel decreto sui lavavetri; e, dulcis in fundo, una bella legge per imbavagliare chi ha ancora il coraggio di gridare “NO” a tutto questo, soprattutto se lo fa in rete…

    Ah, dimenticavo: abbiamo un partito nuovo di zecca, appena nato, col quale raggiungere ancora più radiose mete…

    Governo di centro-sinistra, questo? Ma che vada a fun cool, insieme alle sue zavorre prodate, dalemate, veltronate, mastellate, padoaschioppate, rutellate e dipietrate…!

    fm

  3. Infatti, Luigi, l’elenco sarebbe ancora lunghissimo. Purtroppo…

    Fare “investimenti” sull’ “eredità” lasciata dalla banda bassotti, piuttosto che distruggere, o almeno cercare di “ripulire” il marcio forziere che la contiene, sembra l’unica politica di cui questo governo è capace.

    fm

  4. Ho seguito con molta apprensione questa notizia. Cosa dire? Si commenta da sola e mi mette una profonda tristezza sapere che una legge simile è proposta da un governo di sinista che – ahimè – ho votato. Spero la cosa rientri altrimenti REGIME (non era il titolo di un libro sul Berlusca?). Se questa legge l’avesse proposta il Governo Berlusconi la sinistra e tutto ciò che girò attorno come avrebbe reagito?
    Mah…

    Un caro saluto

  5. Luca, personalmente non vedo nessuna differenza, nessuna, tra la politica di alcuni ministeri e quella del precedente governo. E questo, già in partenza, mina ogni credibilità del programma complessivo. Di sinistra, lì, se guardi bene, c’è poca cosa, e anche notevolmente annacquata.

    Ciao.

    fm

  6. Ahimè hai ragione!Anche io non vedo nessuna differenza. Questa sinistra è imbarazzante, soprattutto per noi cittadini ed elettori. Secondo me ci sarà un motivo se un fenomeno come Grillo prende così piede? Sintomo di grave grave malessere…Si è detto pure troppo di ciò!

    Un caro saluto

  7. ottimo post e ottimo elenco di cose di destra fatte dagli ex democristiani di sinistra e dai cattocomunisti che non sono mai entrati in una fabbrica e che però sanno tutto sulla difficoltà di sbarcare il lunario!

  8. Sì, Stefano, il doroteismo più squallido e bieco nella sua versione aggiornata, ma sempre impastata della stessa immutabile putrida sostanza: clientele, inamovibilità, manovre sottobanco, veti incrociati, ricatti, collusioni…

    Ciao, grazie del passaggio e del commento.

    fm

Rispondi a francescomarotta Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.