Allevando memorie di terra e sangue (I) – Tommaso DI CIAULA


(Maria Trentadue, La raccolta delle olive, s.a.)

“… un senso luminoso delle cose, delle memorie, delle pene; la solitudine che si apre in comunione con le cose, le cose che si aprono in simboli. Una poesia che ha ancora radici contadine, che ancora “legge” il mondo attraverso quel sentire, quei concetti, quelle immagini, che ancora istituisce con il mondo un rapporto magico”.
(Leonardo Sciascia, Corriere della sera, 4-11-1971)

Continua a leggere Allevando memorie di terra e sangue (I) – Tommaso DI CIAULA

Annunci