L’epoca che ha detto addio alla poesia – di Franco ARMINIO

              L’EPOCA CHE HA DETTO ADDIO ALLA POESIA

     La poesia non ha mai interessato molte persone. Ma adesso è chiaro che interessa perfino a pochissime persone tra quelle che pensano di farla o di praticarla.
     Basta dare uno sguardo agli innumerevoli autori che circolano nella rete. È evidente che queste persone praticano la poesia in una sorta di anestesia dalla poesia stessa. Come se oggi l’unica maniera di essere poeti fosse quella di tenersi lontani dalla vertigine che sempre procura il vero esercizio poetico. Continua a leggere L’epoca che ha detto addio alla poesia – di Franco ARMINIO

Filosofia dello scrivere (I) – di Antonio SCAVONE

              Antonio SCAVONE – Filosofia dello scrivere (I)

     Si scrive per comunicare, per informare, per narrare; si è sempre scritto per testimoniare di se stessi nell’ambito verbale-letterario che assumiamo come proprio e nel contesto socio-economico che ci definisce e ci condiziona. Continua a leggere Filosofia dello scrivere (I) – di Antonio SCAVONE

In difesa di un diritto costituzionale

Curare gli indigenti, soprattutto i bambini, è un dovere deontologico per tutti i medici, ma è un imperativo etico per un paese civile.
Non cancelliamo con un decreto un diritto costituzionale.

Continua a leggere In difesa di un diritto costituzionale

Music in time (III) – Joan Manuel Serrat / Gino Paoli

frontal

Joan Manuel SerratDe cartón piedra (1970)

Era la Gloria vestida de tul
con la mirada lejana y azul
que sonreía en un escaparate
con la boquita menuda y granate,
y unos zapatos de falso charol
que chispeaban al roce del sol.

Continua a leggere Music in time (III) – Joan Manuel Serrat / Gino Paoli

Rosanna Carloni: Quando l’occhio indaga il nero – di Rosa Pierno

rosanna-carloni

Rosanna Carloni, Quando l’occhio indaga il nero, a cura di Matteo Bianchi e Carolina Leite, Edizioni Pagine d’arte, Svizzera, 2007.

Continua a leggere Rosanna Carloni: Quando l’occhio indaga il nero – di Rosa Pierno

Paradigma – di Francesco DE GIROLAMO

Francesco De GirolamoPARADIGMA. Piccola antologia poetica (1997-2001)

Da “La lingua degli angeli” (Edizioni del Leone, 1997)

MENTITE SPOGLIE

Quello che vedo non è quello che penso;
quello che dico non è quello che sento;
i miei amici sono i miei nemici;
l’io che non sono ha ucciso l’io che ero.
Portami via con te, portami dentro
il tuo tiepido cielo senza vento.
Tu sola hai la chiave della porta
stretta e segreta, e solo la tua mano
può sollevarmi a stento dall’abisso
voluttuoso del mio nulla in cui cado
inerme ormai da più di mille vite.
Vedo i tuoi occhi chiusi che non parlano
e sento che le tue labbra non vedono
il risveglio nel tuo letto dorato,
dove attraverso il tuo viso, il mio sguardo
afferra in sé il cuore azzurro del tempo.

Continua a leggere Paradigma – di Francesco DE GIROLAMO

L’amigdala – Un racconto inedito di Ivano Mugnaini

Ivano MugnainiL’AMIGDALA

     “L’amigdala è un’area del cervello, grande in media come una mandorla, fondamentale nei processi emotivi. Alcuni studi recenti hanno identificato in quest’area profonda del cervello i meccanismi chimici che scatenano, tra gli altri, il sentimento della paura. Non solo. La ricerca ha anche dimostrato che le connessioni tra le cellule nervose che compongono l’amigdala si consolidano di fronte ad una situazione di pericolo. Lo stesso accade per le passioni, l’invidia, l’ira, l’odio, l’amore. La corteccia cerebrale contiene solo i dati astratti, il ragionamento, la conoscenza. Tramite la corteccia si può avere solo un’idea, un “concetto”, delle passioni. E’ l’amigdala che cattura le esperienze ad alto tasso di emotività. Fornendo ad ogni stimolo il livello ottimale di attenzione, arricchendolo, e, infine, immagazzinandolo sotto forma di ricordo”. Continua a leggere L’amigdala – Un racconto inedito di Ivano Mugnaini

Fermo immagine / poesia (I)

Esce il secondo numero della rivista telematica VDBD, a cura di Alessandra Pigliaru e Antonella Pizzo. Un numero molto ricco e interessante, da leggere nella sua interezza. Segnalo, in modo particolare, l’anteprima assoluta dell’esordio narrativo di Stefano Guglielmin, Senza dare nell’occhio, e il saggio di Luigi Metropoli sulla poesia (con annessa ampia scelta antologica) di Rocco Galdieri.

Continua a leggere Fermo immagine / poesia (I)

L’urlo delle balene morenti

La strage delle balene nelle isole Fær Øer

La caccia alle “balene pilota”, nelle isole Fær Øer, arcipelago danese a sud dell’Islanda, ha modalità tutte sue. Non si inseguono i cetacei in mare aperto: li si aspetta a terra, quando si avvicinano alle coste in cerca di cibo, li si circonda, e inizia così una vera e propria mattanza a colpi di ascia e uncini.

(Continua a leggere qui.)

Qui una sequenza tratta dal film del 2002 di Niki Caro Whale Rider.

***