Buonanotte Bellezza Buongiorno Vita

Doriana Goracci – Buonanotte Bellezza Buongiorno Vita
SERENA~2

Martedì 27 ottobre il martelletto della casa Bloomsbury a Roma, in Palazzo Colonna, batterà all’asta l’archivio privato e per buona parte inedito dello scrittore e poeta Dario Bellezza , morto a 52 anni, nel 1996, stimato complessivamente tra 10.000 e 12.000 euro.

Si tratta di un’impressionante mole di documenti che testimoniano la febbrile attività letteraria di Dario Bellezza”, ha dichiarato Fabio Bertolo, specialista del dipartimento manoscritti di Bloomsbury. Amico di Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini e Sandro Penna, Bellezza esordì nel 1970 con il romanzo breve ”L’innocenza”, per poi dedicarsi prevalentemente alla poesia. Di lui Pasolini disse nel 1971, nel riguardo del libro ”Invettive e licenze”: ”Ecco il miglior poeta della nuova generazione!”. All’asta andrà anche una serie di 45 fogli dattiloscritti con poesie, senza numerazione e senza titoli, in alcuni casi recanti correzioni autografe. Un’altra cartella custodisce 105 pagine fotocopia con un unico testo dattiloscritto, con numerose correzioni e interventi autografi, il cui incipit recita: ”La luce appena accesa mi colpì in tutta la sua crudeltà, allucinandomi. Ero lì, davanti alla mascherina, come imbambolata; e sapevo che quella donna ossuta e ossigenata, ormai vecchia…”.

Morì in solitudine il 31 marzo del 1996 a Roma dopo una lunga malattia, così la biografia: morì di Aids il poeta Dario Bellezza. L’omosessualità, stando sempre alla biografia, venne vissuta ”con un sofferto atteggiamento maledettista, nella ricerca ossessiva di un “bellissimo assassino” fra drogati e prostituti, risentendo inizialmente dell’influenza dei poeti simbolisti e dell’opera di Sandro Penna”.

(Continua a leggere qui…)

***

Annunci

5 pensieri su “Buonanotte Bellezza Buongiorno Vita”

  1. Forse. Ma forse intorno a Dario Bellezza ci sono state persone e scelte non adeguate, mentre le persone giuste, motivate e competenti, sono state tenute lontane…non è accettabile che un poeta come Dario che, con tutte le cadute e i limiti (poi di chiunque) sia praticamente uscito dalle antologie contemporanee, non è accettabile che i suoi libri non vengano ristampati, che neppure si vagli la possibilità di raccogliere tutta l’opera…C’è stato, e c’è, su Dario , un fuoco incrociato da destra e da sinistra, per qualcuno è un poeta ottocentesco, conservatore, per altri è un modello impronunciabile. Sta di fatto, che al di là del revisionismo che ormai attecchisce pure nella critica, (vedasi i dietro front di Manacorda, Berardinelli, e compagnia bella romana…) Dario è e resta una delle punte di diamante della poesia italiana degli anni ‘Settanta, una stagione che non comprenderemmo nella sua complessità se non considerassimo pure la figura di Dario Bellezza… In questi anni, sono stati fatti alcuni tentativi per ricordarlo, ma spesso affidati all’estro e alla scarsa competenza di singoli. Mi riferisco ad esempio a un pessimo libro uscito in due edizioni accresciute e corrette di Maurizio Gregorini, uno che critico non è, che non ha fatto altro che raccogliere testimonianze (spesso volgari pettegolezzi, a volte vere calunnie come quella della signora Spaziani…) . Indugiando sui tratti umani, rimarcandone i cliché…Lavoro certamente ottimo quello di Gemma Gaetani e Velio Carratoni, che raccolsero in volume contributi critici e inediti di Dario (Addio cuori, addio amori, Fermenti, Roma 1998), e che negli anni hanno organizzato mini convegni su Dario.

    Questa storia dei diritti d’autore, poi, andrebbe forse rivista . Non è accettabile che per qualunque autore non si possa procedere nella pubblicazione dei testi senza previo consenso (e pagando) la famiglia.

    Dario era single. E’ morto da single.

  2. Sarebbe bene che si riuscisse a costituire un comitato, una associazione per ritirare l’archivio prima che vada disperso o peggio, mi sembra incredibile che una mole di carte appartenuta ad un poeta di questo livello vengano vendute a pacchi per 10.000 / 12.000 euro. I comuni, invece di buttare soldi per la sagra della trippa o la giornata del ferro da stiro, non potrebbero mostrarsi un po’ più degni ed investire una cifra misera -per loro- e ritirare l’archivio per poi conservarlo come è giusto? E altrettanto come è giusto renderlo disponibile per quanti lo vorranno studiare negli anni futuri?

  3. Condivido in pieno le vostre considerazioni, tanto sui “modelli impronunciabili” (la lista si allunga ogni giorno a dismisura), quanto sulla “politica culturale” degli enti pubblici.

    Lo smacco rimane, e non è più una consolazione, sia pure amara, rimarcare il fatto che questo è un paese abitato da milioni di analfabeti di ritorno, dove dalle biblioteche vengono ritirate le targhe commemorative dei morti per mano mafiosa e dove la scuola è ridotta allo sfascio.

    Forse sarebbe il caso di farsi venire qualche idea e cercare di realizzarla…

    fm

  4. é vero Francesco, occorre qualche idea nuova. Intanto, so che è una piccolissima cosa, comunque in controtendenza, e la sta facendo un mio amico poeta a Muro Lucano, Salvatore Pagliuca: con l’aiuto di artisti provenienti da tutto il mondo sta letteralmente piastrellando le scalette del suo bel paese con motivi e colori e versi dei poeti di tutte le latitudini… una cosa semplice ma straordinaria se pensiamo che le vie delle nostre città sono invece tappezzate di manifesti di pannolini, macchine e veline varie!

    p.s. una rettifica: un Lapsus, non si tratta di Gemma Gaetani bensì della cara Gemma Forti, grande amica vera di Dario, che gli è stata accanto fino alla fine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...