Filosofia dello scrivere (VI) – di Antonio Scavone

[ANTONIO SCAVONE]

Filosofia dello scrivere (6)

     Che cos’è la drammaturgia? Come si riconosce una drammaturgia? Comunque la si voglia intendere o definire (ideologia scenica, struttura polisemica, poetica dell’atto teatrale, etc. etc.), la drammaturgia (di un autore, principalmente, ma anche quella di un progetto registico) sfugge a qualsiasi schematizzazione che abbia la presunzione, come tutte le nomenclature, di essere esaustiva.
     La drammaturgia tiene conto e talvolta privilegia la personale costruzione di atti e dialoghi che un autore conferisce alle sue opere ma può capitare, anche, che quello stile singolare e riconoscibile venga sollecitato solo in parte dall’esigenza di strutturare atti e dialoghi. Continua a leggere Filosofia dello scrivere (VI) – di Antonio Scavone

Insiemi non disgiunti

[INSIEMI NON DISGIUNTI]

Insiemi non disgiunti, la mostra con cui la galleria La Nube di Oort ha voluto rendere omaggio all’anno internazionale dell’astronomia 2009, nasce da un idea della scrittrice Rosa Pierno che ha voluto accostare immagini del mondo della scienza e dell’arte e opere di poeti che hanno voluto ispirarsi a esse, in una visione trasversale sul mondo dell’intelletto. La mostra non vuole avere un carattere ideologico o programmatico, è un invito a riflettere sulle affinità formali sorprendenti tra alcune opere d’arte e disegni e immagini del mondo della scienza. Non viene suggerita una qualche influenza reciproca diretta; a volte le similitudini sono frutto del caso, a volte l’impatto delle conquiste della scienza trova una eco emotiva più forte e sofisticata nell’immaginario degli artisti, ma a volte ci sembra trovare, e questo è più sottile, una diretta matrice comune, un qualche substrato mentale comune responsabile dei formalismi con cui ci si esprime. Continua a leggere Insiemi non disgiunti