Ucciderò Mefisto

Valter Binaghi

“Ho pensato a me e Margherita. Noi ci siamo riconosciuti, ma poi qualcosa ha spezzato il cerchio, e adesso la mia vita è finita. Per me non c’è rimedio, ma altri hanno ancora speranza, come quei due ragazzi. Domattina, al bar, forse sapranno incontrarsi. Ma bisogna togliere i veleni dal mondo, tutta la musica cattiva, quella che confonde le anime, e anch’io devo fare la mia parte. Ucciderò Mefisto, ho pensato, e questo è quanto.”

Valter Binaghi, Ucciderò Mefisto, Ozzano Dell’Emilia (BO), Perdisa Editore, “Babele Suite”, 2010.

Continua a leggere Ucciderò Mefisto