Sahid Belamel (1985 – 2010)

Sahid,
oggi penso che il futuro
non ci sarà mai più:
era tutto negli anni
che abbiamo negato
alla tua vita.

Oggi saluto in te
la luce perduta dei giorni
che non traverseremo
la voce delle stagioni
che non fioriranno.

“Saluto chi beve con me
dal mio bicchiere
nelle tenebre di una notte
che entrambi ci avvolge.”

 

11 pensieri riguardo “Sahid Belamel (1985 – 2010)”

    1. Ivan, ho avuto il piacere da giovane di conoscere Ernesto Balducci: era un grandissimo uomo. Il fatto che abbia lasciato degli “eredi” come Di Piazza, ne è testimonianza e conferma.

      fm

    1. Georgia, la poesia è mia, tranne l’inserto finale, in corsivo e virgolettato. Quando avevo finito di scrivere, mi sono balzati davanti agli occhi quei versi di Mahmud Darwish, in modo talmente insistente che non ho potuto non aggiungerli: in quel particolare momento, era il “loro” posto, contenevano lo stesso carico di disperazione che mi ha assalito quando ho conosciuto la vicenda, e che non mi molla più. Non ho nemmeno controllato se li ho riportati esattamente, ma non credo che abbia importanza.

      Ciao, grazie.

      fm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.