Una buona azione…

IL 17 MAGGIO, IN OCCASIONE DELLA
GIORNATA MONDIALE CONTRO L’OMOFOBIA,
COMPI UNA BUONA AZIONE:
ADOTTA UN OMOFOBO,
NON LASCIARE DA SOLO AL SUO INFELICE DESTINO
UN TUO SIMILE AFFETTO DA UNA COSI’
DEVASTANTE PATOLOGIA!

 

NON FAR FINTA DI NIENTE,
DUNQUE, NON RIMANDARE.
E’ PIU’ FACILE
DI QUELLO CHE SEMBRA,
SOPRATTUTTO
SE VIVI IN ITALIA:
TI BASTA SOLTANTO
USCIRE DI CASA,
E NON HAI CHE L’IMBARAZZO
DELLA SCELTA.’


Omofobia – Risoluzione del Parlamento europeo (26 aprile 2007)

 

3 pensieri riguardo “Una buona azione…”

  1. Mi sembra incredibile, eppure è vero. Si costruiscono grattacieli nel deserto, ma si continua vergognosamente a etichettare le persone.
    Brutti, belli, rozzi, e via così. Ma continuare a dare un’etichetta solo in base alle inclinazioni sessuali di un individuo, è davvero una cosa bieca e scandalosa, laddove lo scandalo sta da un’altra parte, vive nell’ignoranza più ottusa, nella ghettizzazione ed eventuale repressione bestiale di persone che, semplicemente, ci sono fratelli.

    Sì, se ne avete voglia, adottate un omofobo, ma poi rinchiudetelo in uno stanzino buio perchè la luce che non vedrà, forse…ma molto forse, potrà illuminarlo sui veri e gravi problemi dell’esistenza quotidiana.

    Io mando un bacio a Emilio, a Domy, a Elena e a quanti nella mia vita sono stati e altri continuano ad essere ottimi amici.

    ti abbraccio, carissimo Francesco, sempre con grande stima e affetto.

    jolanda

  2. !!!

    Walt Withman

    We two boys together clinging,
    One the other never leaving,
    Up and down the roads going, North and South excursions making,
    Power enjoying, elbows stretching, fingers clutching,
    Arm’d and fearless, eating, drinking, sleeping, loving.
    No law less than ourselves owning, sailing, soldiering, thieving,
    threatening,
    Misers, menials, priests alarming, air breathing, water drinking, on
    the turf or the sea-beach dancing,
    Cities wrenching, ease scorning, statutes mocking, feebleness chasing,
    Fulfilling our foray.

    *

    Noi due ragazzi stretti ci avvinghiamo,
    che mai l’uno lasci l’altro,
    e andiamo su e giù per le strade, esplorando il Nord e il Sud,
    con l’eccitazione della nostra forza, mentre allunghiamo i gomiti, intrecciamo le dita, armati e impavidi, noi mangiamo, beviamo, dormiamo, amiamo, senz’altra legge all’infuori di noi, e siamo marinai, soldati, ladri, minacciosi,
    che scandalizzano
    miserabili, servi e preti, perché respiriamo l’aria, beviamo l’acqua,
    danziamo su prati e spiagge,
    abbandonando le città, disprezzando le comodità, infischiandocene delle leggi, e cacciando ogni irresolutezza,
    noi compiamo il nostro attacco.
    (nc)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.