Claude Simon e la mano che scrive

Giuseppe Zuccarino

Claude Simon e la mano che scrive

     L’arte della descrizione

     In uno dei primi romanzi di Simon, poco noti in quanto l’autore non ne ha mai autorizzato la riedizione, si incontra un brano per molti versi significativo. Il narratore interno al testo immagina che chi sta leggendo gli rivolga delle domande e cerca di rispondere alla propria maniera. Le due voci che s’incrociano in questo dialogo vanno districate l’una dall’altra: «Mi scusi se la interrompo, signore, ma vorrei chiederle un chiarimento. Lei mi farà perdere di vista il soggetto. Non può riprenderlo in seguito? È difficile. Il soggetto non aspetta. Qual è dunque questo soggetto? Una corsa in velocità. Continua a leggere Claude Simon e la mano che scrive

Annunci