L’esperienza dell’inizio

Andrea Cirolla

“Quante poche cose sappiamo dire, quanto poco sappiamo scrivere che valga la pena di essere scritto. Per coloro che veramente contano, umili ma autentici, angosciati ma incapaci di esprimersi con la parola angoscia, vinti ma tali da essere essi soli il sale della terra anche se non conosciamo il loro nome. Forse c’è qualcosa nell’universo per cui una sofferenza reale o un atto di autentica verità non vanno mai perduti.”

L’esperienza dell’inizio
La riscoperta di Husserl nel Diario di Paci

     Per quale motivo il “ritorno a Husserl” coincide in Paci con quella spregiudicata libertà dello stile di cui ci è testimone il Diario fenomenologico? La scrittura del Diario fenomenologico non nasce in vista della pubblicazione, piuttosto il libro è il risultato della selezione di alcune pagine dal diario personale del filosofo, in un arco di tempo che va dal marzo 1956 al giugno 1961. Continua a leggere L’esperienza dell’inizio

Annunci