Prières d’insérer

Maurice Blanchot

I testi di Blanchot sono quelli delle prières d’insérer (così si chiamano in Francia i foglietti volanti inclusi nelle copie dei volumi appena pubblicati, con brevi note informative ad uso della stampa) da lui redatte per alcune sue opere narrative. Ora si leggono in M. Blanchot, La Condition critique. Articles, 1945-1998, Paris, Gallimard, 2010, pp. 131-132, 189, 301-302. [Giuseppe Zuccarino]

Le Très-Haut (L’Altissimo)

     In linea di principio, un libro scritto in prima persona, come lo è questo romanzo, inserisce tra le cose che accadono realmente lo spessore di uno sguardo e l’affermazione di una presenza.
    La stranezza di questi libri potrebbe dunque provenire da ciò: scritti in prima persona, sono letti in terza. E forse anche da un’altra contraddizione: affermazione di una presenza, sono la storia di un presente. Continua a leggere Prières d’insérer

Annunci