Un’altra storia

Massimo Botturi

Per tutto il tempo, case e paesi / in ogni uguali; / le piccole chiesette affrescate a vecchie voci, / pantografi sfuggiti alle rondini. / Io suono / lo zufolo dei semplici assemblati dal lavoro, / ché questa culla è l’acqua dei morti / un calendario.

UN’ALTRA STORIAomaggio a Tonino Guerra

I desideri, e la fretta di vivere mi piace.
Qualcosa su un diario segreto di una santa,
di una ragazza di terra
sconosciuta.
Con troppa barba alle gambe,
e il ventre freddo
come certe distanti alberate di febbraio
che hanno il naso dritto alla primavera
altrove. Continua a leggere Un’altra storia