La perdizione

Osvaldo Lamborghini

La perdizione…

La perdizione, un pullover chiaro
con l’emblema di un’Università
ma,
la perdizione non è universale.
È un sapere che riguarda solo esseri
delicatamente e abiettamente particolari.
Io sono quello che ieri parlava appena.
Ma ora è il silenzio:
il silenzio, disse come un prigioniero.
Contro una solitudine troppo popolata
le sirene si trasformano in pietre
e gli uomini
gli uomini in sabbia iniqua.

Così il canto vibra in un abisso di promesse.

(Alcuni testi di Osvaldo Lamborghini
tradotti da Massimo Rizzante.
Continua a leggere qui…)

3 pensieri su “La perdizione”

  1. Un grazie a Massimo Rizzante, che ci ha fatto conoscere un “autore” di cui si è spesso parlato in rete ma che pochissimi avevavo letto.

    fm

  2. Poesie spericolate e originali, di un autore semisconosciuto in Italia, come molti sudamericani, eccentrici e geniali. Segnalo il numero 26 della rivista Nuova Prosa, Greco & Greco editore, diretta da Luigi Grazioli, in cui appaiono testi di Fresan, Matas, Piglia, Pitol, Volpi, Toca, Soldà, Rizzante: “America Latina: dalle derive del realismo magico alla realtà del romanzo”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...