Racconti dalla Boemia

Richard Weiner
Jakub Deml

Richard Weiner (1884-1937) è uno dei principali scrittori cechi del secolo scorso. Karel Capek nel necrologio lo aveva definito «uomo del dolore» per le perduranti tensioni che segnarono la sua vita. In Assemblea generale il carattere dodecafonico della sua scrittura è palese. Le vicende di una Lega Antialcolica di una qualunque cittadina boema sono narrate con inattesi ritorni periodici di frasi, secondo una frammentazione del discorso che non rappresenta la crisi del linguaggio tanto in voga allora, quanto piuttosto lo svaporamento di una realtà unica, accessibile e lineare. La piena ironia dello stile ha la funzione di una teologia negativa che racconta come la realtà, la banale realtà di tutti i giorni, sia irreperibile, nonostante le apparenze. Una letteratura che non fa presa sulla realtà perché è quest’ultima a non aderire a se stessa.

L’altro ospite di questo smilzo libro è un prete cattolico, un anarchico mistico che ha messo in agitazione la chiesa cattolica e quella comunista: Jakub Deml (1878-1961). Come scrive Sergio Corduas nella preziosa postfazione «è una scrittura carnale, questa del prete narcisista, ricca e prorompente». Una scrittura che fa pensare a un Céline boemo: «…perché io credo nella vita eterna e so che tutte le cosce risorgeranno dalla tomba e tra loro anche due cosce che desideravo baciare, e Dio me le assegnerà, perché è giusto e la mia eterna beatitudine consisterà nel fatto che mi sarà consentito per i secoli di baciare queste due cosce, proprio in alto, proprio alle radici, perché sono poeta e prete cattolico e uomo maledetto». Anche per Deml la realtà è una trappola e la lingua per esprimerla non può immaginarsi discordante: «Il mondo – non a caso dice un personaggio di La luce dimenticata – è nascosto dietro il mondo».

(Claudio Canal, il Manifesto, 21 giugno 2008)

[In questa pagina altre recensioni e tutte le notizie
relative a questo libro, ai due autori e alle loro opere.]

______________________________
Richard Weiner e Jakub Deml
Assemblea generale – La luce dimenticata
Presentazione e cura di Salvatore Marchese
Traduzione e postfazione di Sergio Corduas
Porto Valtravaglia (VA), Poldi Libri, 2007
______________________________

***

Annunci

4 pensieri riguardo “Racconti dalla Boemia”

  1. Preziosi e sconosciuti autori che scopro qui, nella Dimora, proprio nell’area della letteratura ceca, che prediligo da sempre. Un grazie vivissimo a Francesco e al coraggiosissimo editore, che spero sia ancora sulle barricate a lottare.

    m

  2. E’ una miniera d’oro, Marco, frutto di una passione che non teme l’ingiuria del mercato e delle fetenzie che spaccia per libri

    http://www.poldilibri.it/

    L’ho scoperta grazie a una segnalazione del prof. Corduas, al quale sono davvero riconoscente. Spero, presto, di poter presentare qualche testo col permesso degli editori.

    fm

  3. Niente da dire. Solo che è una scoperta favolosa.
    Ordinerò presto alcuni dei libri.
    Nel grazie eterno (come direbbe Chiara D.)

    m

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.