Controfigure 4 / Scheda-padre

Antonio Scavone

     Mio padre ha avuto un ictus, gli si è girata mezza faccia, parla a stento. La paralisi lo ha colpito sul lato destro del corpo e lo ha dimezzato, diviso in due parti vistosamente distinte, ma lui proprio non se la sente di passare per disabile e così si dà da fare, si industria, un po’ si illude.
     È tornato al lavoro – l’hanno sistemato a confezionare pacchi nel reparto “Magazzino” – e si è messo in testa di poter riprendere l’altra metà delle funzioni vitali, quelle che gli sono venute meno per quella metà del corpo, come si dice, “offesa”. Nei momenti di riposo non riposa mai: fa delle lunghe passeggiate per il quartiere, si ferma a parlare con tutti quelli che incontra, si rade tutti i giorni, si prende cura della sua persona e persino mia madre ci fa capire – a me e a mia sorella – che anche a letto vuole dimostrare di essere quello di una volta. Continua a leggere Controfigure 4 / Scheda-padre