Sweet Ladies

Antonio Scavone

Sweet Ladies
(Le attrici britanniche a Hollywood)

     Lo star system ollivudiano ha sempre stabilito regole precise per gli attori stranieri: dovendo superare la difficoltà della lingua i neo-latini (italiani, francesi, ispanici) interpretavano se stessi, i tedeschi improbabili teutonici, i giapponesi ovviamente gli asiatici.
     Da questa divisione o discriminazione tra americans e aliens, venivano esclusi necessariamente gli interpreti di madre-lingua inglese, ma anche ai british toccava in sorte di impersonare sempre e solo personaggi della vecchia Inghilterra, o di un’Inghilterra presunta. Ci sono state delle eccezioni, naturalmente, e alcune sono state famose (Stan Laurel o Charlie Chaplin), ma i ruoli da ricoprire per gli attori inglesi (o canadesi o australiani) erano quasi sempre quelli che meglio connotavano presso il pubblico americano lo stereotipo britannico. Continua a leggere Sweet Ladies

Annunci