Roberto Matarazzo – Omaggio a Joseph Roth

“infine l’aspra e fiera malinconia di un solitario
che vaga ai margini delle gioie, delle follie e dei dolori…”

(J. Roth, Il profeta muto)

15 pensieri su “Roberto Matarazzo – Omaggio a Joseph Roth”

  1. conoscevo Joseph Roth per averlo letto ne “La cripta dei cappuccini”, ma ho scoperto or ora che è stato anche poeta.(!)
    Il profeta muto di Robero ha la veste magica, d’un rosso e d’un blu esoterici che incorniciano anche il capo, raccogliendo i capelli nel tono del verde, che richiama al rapporto diretto con la natura, l’elemento primordiale e primigenio. la barba, segno di saggezza, così come i solchi sul viso, forse rughe, ma colorate, come i simboli impressi dalle culture antiche e tribali sulla propria pelle ad attestare il rito che si va compiendo.
    E’ a tutti gli effetti un vero profeta, questo di Roberto, e sappiamo quanto di preveggente possa esserci nelle parole di un autore che tocca la storia, sua e nostra comune, con lettere pregne e colme dell’essere umano.
    Leggerò Roth ne “Il profeta muto”, carissimo roberto, e ti farò sapere :)
    nell’intanto, un forte abbraccio amicale, come sempre ti ho stretto.
    E Bravissimo!!!!!!
    Ciao a Francesco, che ringrazio, ed un saluto a tutti i lettori,
    f.

  2. ringrazio il nostro francesco marotta per gentilezza e raffinatezza non solo intellettuale ma umana, e non è cosa da poco conto! ringrazio teq e rosaria e francesca per tatto e presenza.. vostro
    r.m.

  3. caro Roberto,
    meravigliosi i coori e questo volto così maschera, così austero ma non spaventoso: solcato di rughe e di profondità. Conoscevo i tuoi colori depositati nell’astratto e non questo aspetto figurativo veramente emozionante. Mi ritrovo in tutto ciò che ha espresso Francesca nel commento prima del mio e non posso far altro che congratularmi con te e di abbracciarti con tanta amicizia, ciao Gabriella

  4. Gentilissimo Roberto,
    ricambio con infinita stima gli auguri di Buone Feste anche alla Sua famiglia.
    Bellissimi i colori della Sua opera, che a me ricorda una maschera sarda … il ritorno alle radici, simbolo di una società più semplice e sincera, più vera … baluardo alla follia odierna.
    Stefania

  5. OH gioia, o volumi per lo sguardo!!!
    Roberto sempre più bravo e..al servizio della Poesia e dell’arte, s e posso dire, e noi grati perché assetati e bisognosi.
    BUONA (e rinnovata) Natività, a Francesco e a te, anche a Rebstein!

    Maria Pia

  6. Davvero splendido!
    Grazie per la tua Arte così avvolgente e alla continua ricerca di nuove radici cui attingere.
    E Auguri quindi, per un Natale davvero sereno!

    maria grazia

  7. ringrazio francesco e tutte_tutti per grande affetto e coprensione… poi, se francesco vorrà, offrirò ulteriori lavori colorati.. auguro nuovamente, a ciascuno di Voi, anno a venire denso di idee…
    r.m.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...