Mesa è il poeta

Giuliano Mesa visto da D. Racca

Giuliano Mesa

“l’abbiamo pianto, ora sarà il caso che ci mettiamo a leggerlo

lo avevamo letto anche prima; i suoi versi accampavano il diritto di essere letti, non era una concessione che gli si rendesse ma una occasione di ribellarci alla mediocrità delle parole confuse”

(Marzio Pieri)

 

“Muovendosi fra lutto e utopia, con un linguaggio scheggiato ed essenziale, Mesa ricercava esperienze di verità a partire dalla “non dimenticanza”, con un verso sospeso fra monito e memoria. Contrastava il vuoto producendo resistenza, facendo ostruzione, con una alchimia di segni, silenzi, suoni e respiri che costituivano la grammatica e la materia dei suoi testi.”

(Alessandro Baldacci)

Continua a leggere Mesa è il poeta