Un’altra Praga (XIII)

Sergio Corduas
Francesco Jappelli

Quello di Francesco Jappelli e Sergio Corduas è un percorso inedito, un viaggio non solo fotografico, in una Praga “né magica, né tragica”, ma “altra” dagli stereotipi di una certa retorica letteraria e dall’immaginario collettivo che gravitano da sempre intorno a questa città. 31 immagini scattate tra il 1983 e il 1988 che rivelano una Praga come spazio urbano quasi completamente svuotato dall’elemento umano. Scorci di strade solitarie, edifici decadenti ma integri nella loro antica regalità, inquadrature in bianco e nero, quasi radiografie, dell’anima complessa di una città assorta sotto un cielo onnipresente e diafano. I testi di Corduas [scritti tra il 2009 e il 2010 – ndr], affiancati alle immagini, analizzano con conoscenza profonda e particolare sensibilità quanto la pellicola non può dire, contribuendo a rendere più viva l’interpretazione originale di “un’altra Praga”.

 

Sergio Corduas / Francesco Jappelli
Un’altra Praga (Jiná Praha)
Milano, Edizioni Spazio 81, 2010

 

 

Liliová, Karlova e Cappella italiana del Clementinum

     Decide il sole, e non negheremo certo noi che sia spesso così, e con ragione.

     Qui viene deciso, con unico clic chissà quanto atteso, che il sole dia la massima forza a una cappella italiana contro, per così dire, la volontà di Carlo IV, che dà il nome alla tortuosa (ma “regia”) via, dove la cappella sta.

     A questo punto viene da dire che la signora colpita dietro da luce è in visita a Praga per esempio dalla Romagna, mentre il signore nell’ombra a destra è il pensionato praghese Janek Vondráček… Noi però questo non lo diciamo apertamente, lo suggeriamo soltanto.

     Il lettore ha tutto il diritto di respingere i suggerimenti; gli consigliamo tuttavia di non trascurare l’ipotesi fatta, anche perché Liliová vuol dire “del giglio” e questo non può essere considerato un suggerimento neppure dal più contrariato tra i contrari alle nostre elucubrazioni. Questa via misura 190 metri e conduce a un’altra cappella. Il giglio si addice alle signore e non ai pensionati. Rispettosi però delle scientifiche verità, ammettiamo pubblicamente che la via si chiama così soltanto dalla fine del Settecento e che la questione se la signora sia o non sia romagnola resta dunque ancora aperta.

(2009)

 

 

Carolinum

     Con piena ragione, uno vorrebbe d’impulso cacciare dalla via i due rappresentanti del tardo “socialismo” per scorgervi invece le figure di Carlo IV, Re della Corona di Boemia e Imperatore del Sacro Romano Impero che l’Università fondò nel 1347 e di Jan Hus, Maestro e poi Rettore di quell’Università nel 1409, che in quello stesso anno ne sconvolse la vita ispirando un decreto regio dove si dava la maggioranza ai Cechi contro Sassoni, Polacchi e Bavaresi.(Né si fermò a quella mossa, tant’è che finì poi su un rogo.)

     Magari, un paggio che segua Carlo reggendo la di Lui Majestas (corpus giuridico) e uno studente che segua Hus con il suo De ecclesia (corpus accusato di varia eresia).

     Per la forza delle cose, incederebbero con nobile passo.

     Invece secondo me Jappelli, che quando scatta a Praga evita come può gli umani, questa volta li ha aspettati al varco ed è stato felice di vederli.

     Sapeva infatti dell’impertinente ipotesi di Franz Werfel: “che la pia Maestà dell’Imperatore avesse ideato la Sala Grande [di un lupanare] nell’immediata vicinanza dell’Università.” Sì, perché una commissione edilizia aveva scoperto certo corridoi sotterranei che portavano dal Carolinum al… Lupanare.

     Con piena ragione, anzi: “e così dev’essere”, direbbe Bohoušek Hrabal.

(2009)

 

***

Annunci

2 pensieri riguardo “Un’altra Praga (XIII)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.