Personale e confidenziale

Varlam Šalamov

Varlam Tichonovič Šalamov nasce il 1 luglio del 1907 a Vologda. Nel 1926 si iscrive alla facoltà di Diritto Sovietico nell’Università Statale di Mosca e comincia a interessarsi di letteratura. Arrestato nel 1929 per aver diffuso la “Lettera al Congresso” di Lenin, è condannato a tre anni di reclusione. Nel 1932 vive a Mosca. Pubblica sulla rivista ”Oktiabr” il suo primo racconto. Fra il 1936 e il 1937 è nuovamente arrestato per “attività controrivoluzionaria trotzkista” e condannato ai lavori forzati nelle miniere della Kolyma. Liberato solo nel 1951, si stabilisce a Mosca due anni dopo, nel dicembre del 1953. Incontra Boris Pasternàk con cui inizia una fitta corrispondenza epistolare. Continua a leggere Personale e confidenziale

Innenansichten. Ein Panorama in Gedichten


La casa editrice Lettrétage in collaborazione con l’Istituto Italiano per la Cultura di Berlino ha pubblicato un e-book italo-tedesco di poeti italiani contemporanei presentato nel corso di un incontro a Berlino sulla poesia italiana. Gli autori antologizzati hanno a loro volta ciascuno indicato un poeta a scelta, anch’esso tradotto nell’e-book; così Andrea Inglese “dialoga” con Giuliano Mesa, Francesco Forlani con Lidia Riviello, Natalia Castaldi con Gianni Montieri, Nina Maroccolo con Andrea Ponso, Plinio Perilli con Pierluigi Cappello, Viola Amarelli con Luigi Di Ruscio. Anna Costalonga e Tom Bresemann hanno coordinato il lavoro e curato la traduzione dei testi.

Innenansichten. Ein Panorama in Gedichten