2 pensieri riguardo “Quando i libri cambiavano la vita”

  1. Aura è stato, per me, un libro fondamentale. Uno dei pochi in cui viene usata la seconda persona singolare con effetti narrativi potentissimi.

  2. I libri che cambiavano la vita cominciavano a cambiarla già dalle copertine. La collana impareggiabile de “I Narratori” di Feltrinelli, con le copertine di Noorda-Vignelli /Unimark, era – quella collana con quelle copertine – più di un biglietto da visita, era un richiamo, un appello cui si obbediva con frenesia, con partecipazione assoluta. Dai primi “Narratori” – con i dorsi bianchi (ora ingialliti sulle nostre scansie) e le copertine con foto degli scrittori (Guimaraes Rosa, Sabato, Fuentes, Broch) ai secondi “Narratori” – ogni libro di colore diverso e con i titoli in contrasto – crebbe e si insediò l’aspettativa della lettura e, in seguito, la smania di reindirizzare l’esistenza.

    Grazie, Francesco, per questo iconografico e sentimentale omaggio all’inimitabile Carlos Fuentes.

    Antonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.