Bum! Morto

Stefano Maldini

Recentemente sono stati pubblicati, ed hanno ottenuto un ottimo riscontro presso il pubblico, diversi libri che trattano l’argomento dei portatori di handicap – mi ostino a non chiamarli “diversamente abili”, mi sembrerebbe sono un inutile giro di parole per rivestire una amara verità – . Al di là del loro valore, che è diverso da caso a caso, si tratta di un fenomeno positivo: piuttosto che i cento colpi di spazzola, ben vengano volumi che affrontano problematiche complesse, se possono aiutare alla formazione di una coscienza che è più corretto definire umana prima ancora che sociale o civile.
Su questo tema c’è però un libro straordinario che non è ancora stato pubblicato: si tratta di Bum! Morto di Stefano Maldini. Uso la parola straordinario non a caso, perché Maldini ha saputo raccontare cosa significhi vivere e confrontarsi con un fratello disabile con una dose di verità che è difficile trovare altrove. Bum! Morto è un libro in prosa costituito da una serie di fotogrammi che non seguono un rigoroso ordine cronologico, ma alternano quadri di vita quotidiana, referti medici, ricordi, andando così a comporre un mosaico in cui si delineano due figure: Andrea, il fratello maggiore portatore di handicap a causa di un problema cerebrale, e Stefano, il fratello minore “normale” che nella sua crescita deve fare i conti con la sua ingombrante figura. Continua a leggere Bum! Morto