Con un diverso nome

Salvatore Girgenti, Marina con ginestre
Valter BinaghiSapere se i morti
abitano il profumo delle ginestre.

Restituiti al tempo dell’attesa.

A geometrie di ore
sconosciute.

Più vicini al colore
degli occhi

del ricordo che nei giorni

rimane.

 

Trame di luce
dietro icone d’ombra

germogliate dal polline

dei margini sottratti.

 

Il cammino che ci divide
è lo spazio esatto di una fiamma
che arde oggi

con un diverso nome.

 

A ogni passo
le pietre rivelano

il sortilegio dell’altro

che ci dimora.

(Ciao, Valter)

3 pensieri su “Con un diverso nome”

  1. Grazie, Francesco. Vivere in comunione il ricordo aiuta i vivi e gli altri – quelli che ora esito a chiamare morti – a restare insieme. Per chi rimane di qua dalla fiamma, poi, è la sola consolazione. Ciao, roberta.

  2. Mi unisco al ricordo per Valter, che non ho avuto la possibilità di conoscere ma di cui mi dicono che fosse una splendida persona.

    ft

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...