Cattedrale

Gaetano Previati, Assumpta in coelum, 1905

Elio Grasso

Cattedrale

Un complesso di pensieri strani, accompagnano la donna e l’uomo, dove l’est e il nord confluiscono. Il primo mattino è terminato, la luce ora usa una frequenza leggermente più alta, i selciati sbiancano ed è un esempio di viaggio nel tempo, dalla spolverata di stelle all’unico e solitario faro che entra in ogni dove. Lui ha pensieri di terremoti, proprio in questo luogo, ma è trascorso un millennio e forse una cellula, o rare altre, hanno memoria del disastro. Lei pensa a come confluire le sue conoscenze d’arte in questa assoluta, stupefacente, richiesta d’amore. Saggia la polvere conosciuta anni addietro, e in tutt’altro luogo, dentro di sé, e vorrebbe trasportarla qui – ma il porto è poco distante, il porto non accetta con favore frammenti stranieri, nemmeno dalla donna amata. Continua a leggere Cattedrale

Annunci