Correndo a mezzanotte

Jaan Toomik, Run

Antonio Scavone

Correndo a mezzanotte

   All’inizio, come spesso capita quando si lancia un’idea senza capo né coda, si pensava a una scommessa strampalata, un modo come un altro per riempire con una trovata dal fascino debole ma accattivante serate uguali e noiose, poi col tempo, mancando altri stimoli, è diventata un’abitudine più o meno ricercata, quasi un  piacere da coltivare e proteggere e infine si è trasformata in una sorta di sacrificio grandioso quanto sfuggente, di una prova di orgoglio esaltante e intimistica che aveva quel tanto di casuale e stravagante da renderla possibile, addirittura da giustificarla. Continua a leggere Correndo a mezzanotte