Alla distanza (IV)

Van Gogh, La casa gialla, 1888

Gianmarco Pinciroli


lui in basso a destra
volendo potrebbe avvertire
queste nette, lucide
perfette distanze.

Piera Oppezzo

 

Arles, Barcellona

 

1.

Non c’è che il cuore ad ingannare
la sorte che ti fa lontana
più sola di una spanna soltanto
della luna sul Rodano spezzata
in due fette a sospendere l’incanto

Assente la tua voce e nella voce
l’ombra del tuo corpo si svapora
in bruma di profumo e di respiri
nell’ora dei colori naufragati
in acque profonde

dove i sogni
ai desideri muti s’inanellano
e in quel silenzio l’abbraccio
si spalanca a una speranza diradata

 

2.

Messo a nudo il frammento di bene
nel cielo azzurro pallido
tra i fiori di lavanda
e le ultime case della città

Dove seguo la traccia?
nella lontananza più lontana
l’amore è una beltà
che la mano desidera
e la distanza protegge
dalla consumazione degli occhi

 

3.

«Il ricordo di te funziona sempre»
recita l’ultimo messaggio della sera
aperto ai sogni che crescono nel buio

(scrosci di fulmini qui nell’attimo
passano veloci fiori e insetti
già durano lo spazio di un declino
subito al tramonto, luci, ore
pronte ad assumere il respiro
e a consegnarlo immagine disfatta
all’amore di un primo fattore)

Ma tu, ma tu che nell’anello
di ciò che accade e t’innamora a festa
trovi la gloria d’un frattempo nobile?
che cosa mi consegni col ricordo
virtù efficace che sempre mi ridesta
in cuore il disegno della gioia
in mente la figura della pace?

 

4.

Nunca más, nunca más…
lontananze azzurre della mente
tutto ciò che al cuore parla
con leggerezza di tocco
la mano cieca non sente
prossimità di bacio e tenerezza…
… nunca más, nunca más…
amore non confondere mancanza
con assenza: immagini, levità
d’ombre che danzano vive
l’attimo in cui le cogli
al volo dell’eternità

 

5.

Uccelli e donne nascosti nelle cose
che solo la meraviglia innamorata
fa trapelare con cuore di bambino

Ti cerco nella rete delle tele
appena si dirada lo stupore
e la fertilità degli occhi di Miró
dona la radice che mi vieta
altra avventura immaginata

Ed io ti dono la paura
che mi prende alla sera dentro il quadro
della prossimità d’amore qui oscurata
quando il vento gonfierà le vele
della mia nave carica di rose

 

6.

E’ il messaggio più semplice che giace
incorrotto nei colori elementari
del fondo della terra catalunya
è pace ed è riposo per le navi
che ubbidiscono ai fari sulla costa
le hanno portate i venti della notte
ai fuochi amici del porto più sicuro

E’ la parola che oltrepassa i muri
con la prossimità dorata del richiamo
è una necessità infinita…

 

7.

In ricchezza e povertà il messaggio
è confine di luce che ci illumina
donando al tempo il suo lavoro

ma l’amore scava il limite al mio viaggio
e le cose di un mondo che s’accumula
fanno dell’esperienza il luogo e l’ora

e amore è questo-qui, nient’altro che
ciò che rimane eterno in ciò che è

 

8.

Nell’abbraccio di sorrisi azzurri
le rose delle mani della donna
lasciano nell’immobilità acque profonde

animali silenziosi abitano
l’immobilità, foglie giganti
colano il verde di stanche pupille
grida di profumi fatti carne
di pianta, dalle rose crescono
delle mani della donna, azzurre

si spalancano braccia all’orizzonte
dove la fecondità non è mai meno
al suo compito di suscitare baci
d’aria e di terra, femminili brezze
sul mondo che si fa catastrofe
una volta ancora

 

9.

Rovesciando l’addio in un benvenuto
chi parte è poi colui che arriverà
nell’altrove donde ora sta partendo
per nuovamente arrivare dove sta

Ma colui che arriva, dunque, è mai partito?

Col cuore e con la mente innamorati
il mare e la terra ci esibiscono
l’imbuto che percorre la distanza

Ma colui che arriva, dunque, è mai partito?

Che gli importa del lontano e del vicino
se non cessa un attimo di amare
l’amore che accompagna il suo cammino?

 

Van Gogh, Notte stellata sul Rodano, 1888

 

***

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...