Carteggi Letterari, 5

Corre alla sua sorte

 

Nanni Cagnone
Corre alla sua sorte
Disegni di Francesco Balsamo
Messina, Carteggi Letterari – Le Edizioni
Collana “Contemporanea”, 2016

 

Sai, dei precipizi si può fare a meno. Ingiunzione di malin-conia, le non riconciliate perdite o il dedicarsi a sé solen-nemente, cosa che stordisce in ombra le proporzioni, men-tre sparsamente la vita, non puoi sminuirla se raggiunge tutto. Sei inoltrata in te da qualche pena, ma non cedere alla miniatura degli specchi, se mai impara a distinguerti, ricorri al salvadanaio dei proverbi, confida in questa culla di gelo e fioriture. Indulgente con noi, il colmo della notte. Ogni mondo un donatore – prepara i tuoi tamburi.

 

*

 

Nient’altro che un barlume, un dileguato albore – se concede accanto la nudità del suo segreto, prontamente si stanca. Bambino gitano, non so perché ti sia familiare il mondo e ne l’ignoto come tu possa raggiungerti. Mi tieni debitore, e ti vorrei più d’ogni cosa salvo. Fraternità, pa- rola che vuol dire almeno non costringere – se continuo a sporgermi, non può inaridire.

 

*

 

Invoca la via, prima di partire, affinché sia improvvisa ti confonda. Sei fragile ancora, nella brevità dell’io, perciò non correre: affìdati, sono le stoppie a consacrare i campi, e basterà un riverbero a far del presente durezza e nostal- gia. Qualora in sé ti chiuda un vento, non dire il tuo nome: non vuol unghie per te, logora sparsamente, e imparerà la calma. La vita, insomma, che non ha bisogno d’ap- provazione.

 

*

 

Dalla mente, alfine, un chiaro lume e fortuna di chi – ol-trepassato – se ne avvede. Nel più completo groviglio, strofinata indocile bellezza. Sull’orlo delle pene, degli af-fanni, prenderemo a canticchiare. Non fa per noi l’anna-spare dei filosofi; invece, un solitario sorriso che si volga in dono ultimamente – tu ed io, poi che incantagione ancora ci stringe.

 

(da qui)

2 pensieri su “Carteggi Letterari, 5”

  1. Un libro bellissimo. Nanni Cagnone è davvero un poeta bravissimo. Capisco perché sta dove sta, perché leggendolo avviene di stare nel ritmo e nel verso, nel passo e nella parola che lo trasporta e affonda, respira e ancora incede, tocca, come si fa circolare il respiro nel bosco. I disegni di Francesco Balsamo e i passi del poeta Nanni Cagnone, qui hanno una strada tutta “dedicata”: si tratta davvero di un libro bellissimo, che vi consiglio (me ne assumo la piena responsabilità). Le edizioni Carteggi letterari, nella persona di Natalia Castaldi, poeta sincera amica, con libri così faranno strada, perché c’è una volontà di fare bene (vedi l’antologia critica della poesia di Francesco Marotta, curata da Marco Ercolani e con ancora un intervento “grafico” di Francesco Balsamo – altro libro importante, bellissimo, “dedicato” – come dovrebbero essere tutti i libri, e di poesia, oggi più che mai), e fare belle pubblicazioni, libri d’arte si chiamano (Natalia li ha voluti così). Un saluto, Giampaolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...