We say goodbye

Everytime we say goodbye
Testo e musica di Cole Porter

Every time we say goodbye
I die a little
Every time we say goodbye
I wonder why a little
Why the Gods above me
Who must be in the know
Think so little to me
They allow you to go

When you’re near
there’s such an air
of Spring about it
I can hear a lark somewhere
begin to sing about it
Theres no love song finer
But how strange the change
From major to minor
Every time we say goodbye

Annunci

18 pensieri su “We say goodbye”

  1. alla resa dei conti, secondo me ve la siete cercata. bastava guardarsi attorno, era tutto chiaro, tutto già scritto fin dal 2002.

    Dunque
    era eccessiva
    la giustizia che volevo.
    Non provai compassione
    per l’armonia di quel regno
    in cui con uguale ardore
    si uccideva si finiva
    di uccidere, si credeva
    che pietas fosse
    ignorare.

    anche se non scarto l’idea che “qualcuno” di voi ne fosse ben cosciente, ci voleva davvero poco per capire che quel regno armonioso era un mondo di carta e i suoi abitanti inconsistenti figure di fumo

    buone cose

    P. R.

  2. Anche la musica nutre la mente, e quella proposta è una bella canzone interpretata magnificamente da grandi artisti, niente di diverso da traduzioni musicali di uno stesso testo poetico.
    Più che altro mi preoccupa e rattrista quello che di altro vi possa essere dietro questo post, visti i commenti e quello strano odore che vi sento.

  3. da quando ve ne siete andati, ho ripreso a drogarmi. pesantemente. credevo di esserne fuori, grazie a voi, ma da un mese passo le mie giornate perennemente incollato allo schermo del pc lasciando insulse frasine e battutine da piacione idiota su tutti i litblog della rete, anche su quelli che non hanno il commentario. non riesco a parlare più di niente, nemmeno di jl, il mio idolo letterario e non solo, anzi sono arrivato al punto di odiarlo e se qualcuno mi avvicina per chiedermi qualcosa di lui finisce che lo azzanno. sono alla deriva ormai e temo che il prossimo passo sarà quello fatale: l’apertura di un account facebook, twitter, linkedin e tutte quelle sostanze senza nessuna possibilità di ritorno. lo so che non pubblicherete mai questo post, questo preciso atto di accusa nei vostri confronti, ma ciò non cancellerà la vostra colpa. e vedrete che prima o poi qualcuno farà giustizia. amado sea.

    S. G.

  4. Egregio Silvino G., dagli indizi che lei copiosamente lascia trapelare dalla sua compassionevole e appassionata rimostranza contro i tenutari di questa Dimora e la loro riprovevole azione diseducativa, deduco che: a) lei è un critico letterario (un po’ in disarmo, o in disamore – ma ho bisogno di prove certe per optare risolutamente per una delle due ipotesi); b) il suo “idolo letterario e non solo”, jl, non può essere altri che Jerry Lewis, uno scrittore che anch’io, non glielo nascondo, apprezzo moltissimo, in particolare la sua ultima opera, “Brucio tutto per te”, dedicata anorevolmente al suo figlioletto. Se con b) ho colpito nel segno (cosa più che probabile: non sbaglio quasi mai) allora mi sbilancio ulteriormente con c): lei ha firmato, con lo pseudonimo di Michele Marziano, una velenosa (e, mi permetta, affatto strampalata) stroncatura dell’ultimo romanzo del suo (ex) “idolo letterario e non solo”.

    Dice che non ci ho azzeccato nemmeno di striscio? Suvvia, buon Silvino G., lo sa anche lei che il mio fiuto è infallibile e che le cose stanno proprio così: sconvolto dalla chiusura del blog, che per ani e ani ha ospitato gli articoli del suo nume tutelare, in un eccesso d’ira mal repressa e, soprattutto, malissimo indirizzata, lei ha preferito demolire la ragione prima del suo sapere critico-scrittorio e darsi a un disperante e disperato vagabondaggio in rete. Ma si fermi lì, la prego, non faccia il passo oltre che lei stesso paventa. Si consoli con l’opera omnia di E. Grevi e V. Cisternino, e vedrà che le passa. Le passa, le passa, come no.

    Gradisce una tazza di mate?

  5. Mi scusi, Silvino, rileggendo mi accorgo che mi sono scappati dei refusi. Ed è ben strano, visto che, come lei ben sa, non sbaglio mai.

    Ancora mate? Gradisce?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...