Aspettando il “Diario”

“questo è un miserere senza lacrime
questo è il miserere di chi non ha più illusioni”