L’importante è vagare

la poesia della sera,
stasera,
non è una cosa seria,
non è una cosa vera

Contadino della sua terra

 

L’importante è vagare

 

stamattina,
un bambino m’ha risposto
d’aver chiesto
un trenino; stamattina,
a ritroso,
un trenino m’ha portato
dove mi ero disperso.

 

*

 

una cosa ho imparato,
con l’età e la maturità:
ch’ è tutto all’incontrario
e che i soldi
non danno l’infelicità.

 

*

 

io vado di là,
non vengo di qua;
non m’importa,
se sbaglio,
se errare è
un errore.
l’importante è vagare
questa voglia di vago.

 

*

 

non aprirti,
bocciolo mio,
che c’è il ghiaccio
che ti vuole morire;
resta fermo,
non disperare:
perché il sole
lo sa
dove andare.

 

*

 

lo sai cos’è il dolore,
di tutta questa vita,
amore?
è perdere il ricordo,
del desiderio immenso
del fuoco,
del tuo corpo,
e del tepore.

 

*

 

notte stellata
con luci di ghiaccio
coprimi meglio,
mi sento uno straccio:
fatti più lunga,
nascondimi ai neon,
e portami in viaggio.

 

*

 

il tempo non passa,
non ritorna
e non sta fermo;
lui dondola,
gli piace fare il pendolo,
andare avanti e indietro,
farti sentire piccolo.

 

*

 

te lo ricordi,
cara,
quando,
in gabbia,
si cantava per amore o per la rabbia?
ora,
nel cielo,
dipinto di blu,
non si canta né si balla più.

 

*

 

“amor”,
amor amasti.
ah, mora…
ma stiamo a mo’:
” amor ”
rimasti.

 

*

 

dimmi una cosa bella; così,
tanto per scordar questa livella.
dimmela ridendo,
dimmela ballando;
ti crederò
pur se stai mentendo.

 

*

 

stella,
stellina,
non far la bambina:
t’ho vista, stanotte,
fare mattina,
spiando la luce,
da dietro le sbarre
della panchina.

 

*

 

la poesia della sera,
stasera,
non è una cosa seria,
non è una cosa vera.
non è,
nemmeno,
bella;
diciamo,
senza versi:
ti amo,
non c’è verso.

 

*

 

la coccinella
è buffa:
ha le ali piccine;
e lontano
è vicino.
torna sempre,
testarda,
sulle mani,
a spiegarti il domani.

9 pensieri riguardo “L’importante è vagare”

    1. grazie, signore almerighi, e grazie al signore marotta, che tiene tanta pazienza.
      m’avete fatto ricordare, che, quando ero piccolo, e tenete conto che so’ figlio di persone senza scuole, la prima volta che l’ho sentita, m’è piaciut’ assai la parola, mediocre. un poco per l’ignoranzità, un poco perchè m’avevano dato l’educazione che non mi dovevo sentire chissà chi, e che tenevo, quasi sempre, torto, a me, la parola, mediocre, mi piaceva. poi, quando so’ andato a scuola, mi so’ imparato pure, sufficiente, ma non mi piaceva tanto, chè mi sembrava che la suora ti faceva quasi un piacere, ma, a me, mi diceva sempre, ottimo, che io mi credevo che era otto.
      mediocre, mi sembrava uno che stava nella media e così, m’avevano imparato, dovevo stare.
      naive, non lo so, bene, ancora. tanta saluti.

  1. la naïveté contadina del contadino della sua terra contro il bambinismo pseudo colto dei poeti laurati: evviva!

    (io avrei anche una variante possibile per il titolo: l’importate è vangare

  2. io con la suora avevo un rapporto sadonaso, lei mi tirava degli sganassoni e io rispondevo prendendola con la vanga
    ci prese talmente gusto alla mia reazione, la sant’omina, che a volte mi sganassonava anche più volte al giorno proprio in attesa della mia replica a vangate, che non mancava mai
    l’unica cosa buona di quel lungo periodo di aratura è che mi sono evitato la cecità, l’inferno non so

    voi ci vedete bene?

  3. macchè…non ci sento nemmeno. c’hanno fatto crescere come se eravamo polli; però, i cristiani che state qua siete venuti bravi tuttu quanti e mi fa piacere, che v’ho incontrati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.