Ripubblicare le opere del filosofo Carlo Diano

Francesca Diano

Carlo Diano (1902 – 1974), uno dei maggiori e più originali pensatori, filosofi e filologi italiani, noto in Europa e nelle due Americhe per i suoi studi epicurei, per il suo magistrale lavoro di filologo classico e per il suo pensiero filosofico originale, è stato uno dei grandi protagonisti della cultura italiana del ‘900. Allievo di Giovanni Gentile e di Giorgio Pasquali, ha esteso i suoi studi e le sue ricerche alla Storia delle Religioni, alle teorie artistiche, alle letterature scandinave, al pensiero scientifico e matematico, alla papirologia, alla filosofia antica e moderna, all’archeologia. Vera mente rinascimentale, è stato anche poeta, scultore, pittore e compositore di musica, avendo studiato composizione a Santa Cecilia. Ha ricoperto per decenni la cattedra di Letteratura Greca dell’Università di Padova come successore di Manara Valgimigli, ha istituito il primo insegnamento di Storia delle Religioni all’Università di Padova, che per anni ha tenuto egli stesso come incarico, oltre ad ever insegnato nelle università svedesi di Lund e Uppsala e ha tradotto poeti e scrittori svedesi, inoltre ha reso mirabilmente in versi italianii tragici greci, traduzioni che hanno visto allestimenti in numerose stagioni di teatro classico con grandi compagnie teatrali. Ha curato l’edizio princeps dei Papiri Ercolanensi delle opere di Epicuro, studi che gli hanno valso la fama internazionale come uno dei maggiori studiosi di Epicuro.

(Continua a leggere qui e firma la petizione)

Annunci

3 pensieri riguardo “Ripubblicare le opere del filosofo Carlo Diano”

    1. Almerighi carissimo, ti ringrazio del tuo sostegno. Sì, anche questa è libertà, quella di poter accedere al pensiero dei grandi, che non vada esiliato in una silenziosa Siberia. E con mia immensa gioia vedo che moltissimi sono del tuo stesso pensiero. Non è una petizione che riguarda solo l’opera di mio padre, per quanto importante questo sia, ma per non permettere che pochi, ottusi individui riescano a tacitare voci che le nuove generazioni hanno il diritto di ascoltare, di conoscere. In questo il web è uno strumento preziosissimo, perché permette una diffusione del sapere e dell’informazione che supera le cieche imposizioni di pochi. E’ uno strumento di libertà e sono lieta di vivere in un’epoca che offre queste possibilità.
      E’ anche per una forma di Giustizia (non a caso con la G maiuscola), perché mi addolora vedere come il pensiero rivoluzionario di Carlo Diano, che mai nella vita ha battuto strade già note, e le sue opere vengano saccheggiati e fatti passare come propri, approfittando del fatto che essi non siano accessibili facilmente.
      Ma è anche per una questione di equità, perché la cultura italiana non deve essere privata di uno dei suoi grandi esponenti.
      A Francesco Marotta e a La Dimora vanno il mio grazie commosso e la mia più profonda riconoscenza per l’essermi a fianco in questo percorso e per questo preziosissimo spazio.
      Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.