Certi pensieri un po’ così

canterò le stelle,
conterò le stalle;
conterà lo stile,
canterà la stele.

Contadino della sua terra

 

Certi pensieri un po’ così

 

*

la libertà
è quando
il cuore è la prigione;
quando volo,
rido,
piango,
nasco e muoio,
senza una ragione.
è quando,
non si può dire,
lo so.

 

                *

                c’è un cuore
                in fondo a un fiore
                che succhia l’acqua
                e la trasforma
                in sangue
                che chiede
                nel deserto
                se s’ama o
                se non s’ama

 

                          *

                          fuori,
                          la notte tace;
                          sola,
                          qualche luce canta,
                          con il vento,
                          sulle foglie.
                          il mare,
                          è tutto da rifare,
                          dice.

 

*

granellino,
fratellino mio,
di sabbia,
a che serviamo,
noi,
se non odiamo
il mare,
se non ci arroventiamo,
per tanto poca
rabbia?

 

                *

                la nebbia,
                bagnata,
                sul mare;
                palazzi specchiati
                a rovescio:
                l’amore,
                contrario,
                e il vento,
                si nutre d’angoscia.

 

                          *

                          vorrei morire,
                          un giorno,
                          per amore,
                          un giorno,
                          per amare;
                          un giorno,
                          per andare,
                          un altro,
                          per tornare.

 

*

mezza luna
bianca
e mezza
nera;
il cielo
l’abbraccia
tutt’e due.
intera.
sembra una milonguera.

 

                *

                m’addormento
                e ti sogno;
                e mi segno
                i segni di
                tutto il tormento,
                in un solo momento.
                e se non ci riesco,
                rifaccio il disegno,
                fino a che sogno.

 

                          *

                          più che
                          partire,
                          sparire,
                          morire,
                          mi sarebbe piaciuto
                          non aver
                          mai potuto
                          venire.

 

*

sarà cosi,
la mia ultima
notte,
la mia prima
morte:
che non mi piegherà
l’amore,
che non mi piegherà
il dolore.

 

                *

                questo viale,
                per me,
                lo si
                fa correndo
                e dimenticando;
                o, forse,
                lento,
                per assaporare il pianto
                del tormento.
                del mare,
                del tramonto.

 

                          *

                          che peso,
                          la sera
                          leggera,
                          tra l’abbraccio
                          di braccia pesanti,
                          luminose,
                          di ghiaccio,
                          e uno straccio di vita,
                          che spera.

 

*

c’è un muro
di pietre.
a volte,
di vetro,
di gomma o di specchio,
quando sei vecchio,
in fondo
alla strada;
la stessa che hai perso.

 

                *

                canterò
                le stelle,
                conterò
                le stalle;
                conterà
                lo stile,
                canterà
                la stele.

 

                          *

                          non ti curar
                          del mare,
                          non ti crucciar
                          pei monti;
                          non tremerà
                          la terra,
                          amore,
                          se amor tu ruberai,
                          senza pudore.

 

*

sento un lamento
nel vento.
odo lodi
nell’odio.
vedo il velo
su labbra,
pesare;
e la notte
negli occhi.

 

                *

                la follia
                di urlare
                tra la folla
                pare il silenzio
                del folle
                chiuso in una stanza
                vivo
                senza speranza.

 

                        *

                        che colore
                        ha il cuore
                        che muore
                        di dolore?
                        sarà d’oro
                        sarà avorio
                        sarà
                        ma non lo so
                        il colore
                        del dolore
                        che muore
                        per un cuore

     

    *

    è stata,
    la scintilla,
    urlò il fuoco,
    per uscir fuori
    dal giogo;
    la colpa
    non è mia,
    se il vento,
    gli sguardi verso il mare
    non si sanno amare.

     

              *

              marinaio,
              soldato solitario,
              che peschi
              la bottiglia,
              senz’aver
              mai male al cuore:
              speri sia quello tuo,
              quello del primo ardore.

     

                        *

                        non c’è
                        la luna,
                        stasera;
                        o,forse,
                        è azzurra e,
                        adesso,
                        è nera.
                        forse,
                        è solo triste
                        oppure non esiste
                        o al buio
                        non resiste.

     

                                  *

                                  chiedi,
                                  sempre,
                                  perché,
                                  figlia mia;
                                  non avrai risposte,
                                  ma non avrai rimpianti,
                                  in questa strada,
                                  senza viandanti.
                                  senza tormenti.

    Annunci

    7 pensieri riguardo “Certi pensieri un po’ così”

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...