Santa ricchezza

Elio Grasso

Nota di lettura a:
Lorenzo Babini
Santa ricchezza
Forlì, CartaCanta Editore, 2016

La ricchezza è parola che quasi mai prende piede nella nuova poesia italiana, così come l’aggettivo “santa” prossimo al viaggio controcorrente della tragedia umana alle prese con la banalità ordinaria. Senza contare quanto il male stia nei paraggi, in attesa, in portentosa e impersonale attesa. Lorenzo Babini tiene fra le mani il tu rilanciato nel profondo di una poetica ormai definita classica. È pur vero che la situazione creativa in cui si trova rilascia geografie lombarde di famosissima specie, e che il terreno aspro dell’assetto sottolinea rapporti ben conosciuti. La vertigine, la febbre, il viaggio accanto alle ombre riportano immediatamente alla zona cardinale e ferrea battuta per molti anni da Milo De Angelis. I panorami hanno un nome, non sono semplicemente riempiti di cose, e l’autore cerca un muro a cui appoggiarsi, dove applicare la conoscenza e le domande antiche più pressanti. Continua a leggere Santa ricchezza

Annunci