Fascismi di ieri e di oggi

Il SOVRANISMO

è una MONTAGNA DI MERDA

Annunci

12 pensieri riguardo “Fascismi di ieri e di oggi”

  1. Non sai di cosa parli, richiamando il principio dell’autodeterminazione dei popoli. Questi fumogeni parolai, figli della “(in)cultura” twittante e bookinara, lasciali ai tuoi referenti politici, l’orrido di san siro, il bibitaro di fuorigrotta, il comico fallito di marassi e le melone dell’agro pontino. E visto che ci sei, salutami tanto i sovranisti “di sinistra” (sic!): la ciliegina sulla torta (di merda).

    1. Il nuovo fascismo è il mondialismo tecnototalitario, economicista, mediatico e militare, ma qualcuno si attarda a spaventarsi per chi vende piccoli busti di mussolini o per qualche orban che erige muri in una piccola Nazione di neanche dieci milioni di abitanti. Vuoi mettere con quel bel antisovranismo dell’espansionismo criminale Nato o con l’antisovranismo tecno-finanziario che ha devastato e sta devastando popoli e culture!

  2. Riferendomi alla risposta di Francesco Marotta ricordo che è esistito qualcosa che si chiamava Internazionalismo e che il “sovranismo di sinistra” mi sembra, oltre che una contraddizione in termini, un ennesimo regalo fatto ai fascisti (di merda).

  3. Il sovranismo è la nuova denominazione del nazionalismo. Il nazionalismo, oltre ad essere anacronistico, è anch’esso una merda.
    Purtroppo, c’è chi sta cominciando a parlare di un sovranismo di sinistra…. Sic! Una bella contraddizione in termini. Probabilmente sono gli stessi che, “più realisti del re”, ieri flirtavano col liberalesimo.
    Sono tempi bui di comunitarismi, di revisionismi e di grande confusione seminata ad arte. Bisognerebbe fare chiarezza una volta per tutte…

  4. – Scoprono “oggi” la politica criminale della Nato (c’è chi la denuncia da cinquant’anni, e ha sempre pagato di persona per la sua coerenza e i suoi ideali: nelle piazze e sul lavoro, non dietro la rassicurante tastiera di un computer).

    – Condannano le tecnocrazie e le oligarchie finanziarie che stanno devastando il pianeta e si accingono a realizzare la tav e il tap (così, tanto per essere “coerenti”: in primo luogo con i burattinai, nemmeno tanto occulti, che muovono i fili dei vari orridi e bibitari analfabeti).

    – Sognano tante piccole patrie “orbanizzate” col loro ducetto fatto in loco: qualche muro qua e là per dare nuove prospettive al paesaggio, la purezza identitaria e la fede comune, l’omologazione e la cancellazione del dissenso, la negazione di ogni libertà di pensiero e di critica, razzismo, omofobia e xenofobia che diventano i cardini delle nuove vulgate securitarie istituzionali e costituzionali…

    – Hanno “a cuore” le culture e i popoli devastati del mondo: e poi avallano, col loro silenzio o col loro voto complice (sempre la stessa merda è) la chiusura dei porti e delle frontiere, la negazione dei più elementari diritti umani…

    – Sono talmente idioti, o ridotti a tali, da credere che la sinistra, in Italia, si identifichi col partito del piccolo-cazzaro-fiorentino e della sua banda da penoso avanspettacolo, o con i rimasugli veterostalinisti di quattro rincoglioniti col cervello in poltiglia, dispersi in diecimila siglette ad personam (in parte già ampiamente “sovranizzati”, a quanto sembra).

    – Etc. etc. etc.

    Ma basta! Mi rifiuto di prendere in considerazione anche solo l’idea che si possa discutere con ‘sta gggente che passa le sue giornate sculettando, felicemente decerebrata, da un tweet all’altro – per seguire le “avventure” dei venditori di fumo e di ciarpame umano, politico e culturale, che hanno eletto a rappresentare il vuoto totale (di pensiero, di etica, di progetto, di futuro) di cui sono essi stessi portatori.

    1. Hanno catalizzato, dato corpo e vestito ai peggiori istinti umani, per i loro interessi o disegni di sorta. Spunteranno sempre di più, oh se spunteranno!
      Resistenza, e non voltare lo sguardo davanti allo schifo che ci circonda ..

  5. Resto fermamente convinto che il vero nuovo nazi/fascismo siano la finanza mondializzata e il turboliberismo capitalista, che uccidono in silenzio interi popoli e fanno a pezzi, rendendolo invivibile, il territorio. Il sovranismo è solo una minchiata del momento, il problema da affrontare sta più a monte, anche se ho l’impressione che da qualche parte abbiano ripreso a cucire camicie brune. Condivido e amplifico, buon antifascista, il tuo allarme, Francesco.

  6. Qui abbiamo un problema di significati e significanti. Il termine sovranismo, genuinamente intesto, per come è stato coniato in Italia, è uguale a socialismo costituzionale. Il termine è stato coniato dall’Associazione Riconquistare la Sovranità, divenuta poi partito (Fronte Sovranista Italiano – http://www.riconquistarelasovranita.it/), che non ha nulla delle caratteristiche degeneri che Francesco enumera. Il termine sovranismo ha assunto poi inevitabilmente diverse accezioni, ed è stato maldestramente usato ed evocato da partiti, quali la Lega e il Movimento5stelle, che non hanno nulla di sovranista, nell’accezione che dovrebbe avere tale termine. Quindi sovranismo non è sinonimo di nazionalismo, ma invece un altro nome della democrazia, della normazione costituzionale dei rapporti economici e sociali, che si è reso necessario negli ultimi dieci-quindici anni per individuare il grosso deficit di democrazia in cui si dibattono tutti i paesi nella UE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.