Infanzia

(Il dono di Eraclito)

mio figlio raccoglie storie
giù in cortile

                lo guardo
                scegliere tra i sassi
                il grumo levigato
                che chiama spiga
                pane

la sabbia in polvere sparsa
a cui dà nome
neve

                è così
                che fa primavera
                tra i rovi
                e albeggia
                anche la siepe
                sradicata

(
ma oggi
guardando quelle zolle
mi sanguina la voce
al suo richiamo

                la piccola clessidra
                che scuote e scuote
                sfregando i grani
                che stringe dentro il palmo
                grava sui miei occhi

e io cado
sotto il peso
dei suoi pochi anni

                come chi sporge a un tempo
                privo d’ombre

per trattenere l’inverno

                e non ha
                mani
                )

(da qui)

Annunci

1 commento su “Infanzia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.