Incantagione

Giorgio Stella

Incantagione

a Hart Crane

I

Casca albino, casca sulla caratura di bronzo
Che la betoniera passa –
Altre luci altrove tra Nizza e Berlino
Vendono un litro di latte al costo di un tallero
Di prezzo di mercato in fiera e tutte
Le botteghe sbattute via dal vento,
tutte le locande in fumo compresa quella dell’orso

Dopo la notte il giorno dopo
il tribunale ti lascia decidere se uccidersi o ammazzare
ma le conchiglie tricolori a sonagli erano distribuite, bene,
tra il corso della storia e la vettura del nulla –
niente prosegue se tutto passa

Un ricamo organico un tempo di biglie e uova di pesce
poi i punti per raccogliere i buoni da rivenderli
come [ocre latino in lover…]
la facciata bianca pittata a viola di seme di coca-cola
quanto basta al regime del reame l’arca della sfinge

Alla medesima reciproca una vivanda è netta e moltiplicata –
Chi camminò sulle acque, sante, volò
le reti a picco nell’arco delle nevi –
tutti sapevano il niente di nessun miracolo
con la costola in spalla la sabbia come neve
della palla capovolta

Il concime era di rango fresco ma i guanti bucati
E la resistenza non poteva contenere la misura –
dietro le lapidi i pifferi dei vasi o il polpo
di china reso vetrina in specchio –
tronco di mura siderali
quante foglie il coccio?

Passa stridente la baita albina la [cocca-arancio] picchia della
Stufa di Bellezza come quando muove il sinistro
Persico all’avamposto spezzato
Nella legna della militanza incensa

Fuori peccato di siero si muove s p e z i a
Nella baita con la le castagne nelle
Foce del naso e le tette grosse
Con le macchinette al cuore che tra
Un secondo all’altro da questo mondo
L’altro accade sieropositivo alla pipa di costume

Non sono demoni hanno spacciato la colla
Di cocco per regno e suo teatro:
la scena l’aveva pittata una girandola
loco-stagione e perché? perché il collo
dell’utero è il glande della melissa –
uva, passa, passa uva che la frutta sbattuta
alla mensa del carnevale getta i semi
se li ha da dare agli oceani

 

II

L’occhio vale un medesimo di pietra
E l’alcova non può indulgenza –
maschio ritto versa il mestruo
nello stabilimento del pesce fresco

Quando la strada è altrove e se passa
Vicina alla stessa una bocca di memoria
Calibra la rotea bruna della massa
In calore di fresa o costume dopo-scena
Nella conchiglia un cono di paste appese
Ai turchi delle crociate-croce –
l’oppio di neve è taroccato ma il
Bifronte non sarà mai feto

E tabula rasa la cocchiera dei sonagli
Con la turba della paura nella
Tazza del cuore –
se scarica nétta la figura stagna,
quando cariato era il volto bello

Se una fosse la piramide gemella
Alla questura in fiamme delle sagome-tridente
Al luogo per moto votivo di maglia fatta
A mano con spigolo retto di ferri e spago
D’arena il toro arriverebbe al santuario
Della cornice acerba di more in clessidra

All’aperto del vuoto nulla era diverso
Da ciò che si nulla al chiuso
Di dentro del vuoto stesso –
ancora di salvia la scarlattina non
ha vaccino nella coda del cancro –
poi i latranti di chiusa a sagoma
con mai la fossa contraria alla carabina
retta dalla ringhiera della siamese scimmia

La vernice va e viene é polivalente
Al mancino ubriaco –
sacca polvere lo sparo é vicino
quando muore una rapina il forziere
giace nel mare

La porta apre la serranda e la chiusa
È aperta alla spina con la ghiacciaia:
talco mentovato, rimmel di creta,
asso di palco essa contiene –
le cantine vuote sono i barili aperti

 

III

L’astro del fiocco con la pergamena in mano
E il carbone venduto alla stagione della brina –
una metro bipolare la fossile sirena
che non ha nome di sirena ma di essa è l’eroina

Picchia muta vivendo la sorte di un
Tamburo per la polvere della sbarra –
Il moto-lotto [loro] nell’anno della
Giostra con la banana bruciata in bocca

Picchio sparviero malfermo
Col cruccio della frode a moncherino
Di passa parola passa – era stufo del grande museo
delle cere in fiamme – un muso chiuso sul petto aperto

In un poligono la sagoma è retta dalla zavorra
Che il seme del cocomero alza la saliva,
nella cura bassa –
pistoni a netto tagliare la vegetale in madre-terra

E dallo scivolo del firmamento
L’acca di effe è Santa –
non é rullo frutto
o per le perle un arco:
il divismo della freccia
battente la linea bassa

 

IV

Ocra a corallo la medaglia
Dell’ultima piscina
La prima medaglia

Sulla neve retta la bionda [] seta di tarocco
Alla clessidra monco in mano la questua –
una mensa, severa, per l’orgasmo
del filo diretto all’assorbente
con cucchiaio e forchetta

Mi amen
A non solo al passaggio della sfinge
Di carta e uva passa-tella come
Ramo d’oltre passaggio che livella –
la rosa bassa ha il dovere
del girasole

Dotto escretore del fiume quarzo,
gli affluenti della cloaca
sono la ronda dei punti cardinali –
dopo la sillaba l’orchidea
dei venti gestisce la croce della cerbiatta –
dal campo di golf la mimica cerbottana

‘gli hai visti?’
“no”
‘erano residui della stagione: la morte
restituisce il valore –
prossima la vacca in spara diretta
alla tronca mozza l’archivio
delle cose del nulla’

Passa la latrina il bugliolo così rapina –
muovendo[si] il vento
l’osso calca la cocca di chicco di cacca

Dal villaggio fuori tempo, nell’orfanotrofio
I braccetti del vaccino erano amputati
nel cocco del bambino –
[:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::]
la culla della vita
rosa in fiore la stagione mongola per
la mongoloide – strutto a fiumi
la fiamma della tanica al vento

La tetta della vacca miagola
La ragnatela – tutto passa quando
non il ciliegio in fiore e perché?
perché la radice bassa alza la
marina e poi l’abbassa.

 

__________________________________________
Roma, notte del 24 dicembre 2019
[sedicesima birra*]
Nota: una deriva è costante, l’arco suo
la definisce epica

3 pensieri riguardo “Incantagione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.