Mario Benedetti (1955-2020)


Mario Benedetti

Mandami le ossa, mandami il cranio senza gli occhi,
la mascella aperta, spalancata, fissa nei denti,
e i calzini sotto la tuta, eri rigido, eri rigido, eri una cosa
come un’altra, senza la forma che hanno i tavoli,
morso dallo stento del vivere, una cosa inservibile,
indecisa, un terriccio che non si nota, un pezzo di asfalto
di una strada anonima, eri tu, quella cosa, eri tu,
quella cosa, eri uno che è morto. Così fragile il tuo sorriso,
lo sguardo blu e gli zigomi, il metro e settantacinque
portato come un uomo che piace, che vive per sempre,
per sempre dentro una vita che per potere essere
vissuta deve sembrare una vita per sempre, mentre eri
della carne, quello che io sono uno per sempre ancora.

(da Tersa morte, 2013)

(Immagine: Mario Benedetti,
foto di Dino Ignani)

4 pensieri riguardo “Mario Benedetti (1955-2020)”

  1. Quante parole non ci sono più.
    Il preciso mangiare non è la minestra.
    Il mare non è l’acqua dello stare qui.
    Un aiuto chiederlo è troppo.
    Morire e non c’è nulla vivere e non c’è nulla, mi toglie le parole.
    E non ci sono salti, mani che insieme si tengano
    alla corda, sorrisi, carezze, baci. Una landa impronunciabile
    è il letto nella casa di riposo dei morenti,
    agitata, negli spasmi del sentire di vivere ancora.
    In provincia di Udine, Codroipo, il malato ai due polmoni,
    i pantaloni larghi, il viso con la pelle attaccata alle ossa,
    il naso a punta non sono la storia da raccontare, né i ricordi.
    Arido sapere, arido sentire.
    E io dico, accorgetevi, non abbiate solo vent’anni,
    e una vita così come sempre da farmi solo del male.

    Mario Benedetti

    Piango la sua vita morta, le sue parole ancora vive ..

  2. Le parole non sono per chi non c’è più.

    Si commuovono e possono dire il viso morto.

    Gli occhi erano quelli che mostrava,

    il vestito sepolto quello visto altre volte.

    Vedere che non ci sei più, non dire niente. (Mario Benedetti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.