Ferite

Mario Santiago Santoro

(ferite)

1.
ferite (corpo, piaga) quelle
ferite, piaghe su –
corpi, sognano
aria – (feritoie), sono
bluastre
solcano arti (non arti – sono
artifici,
ma altre – sono altro)

altro di tagli, di (ecco –le)
vene falciate, selciate –una
sosta di grani
matura in natura di
grido

materia (di grida)

*

2.
dissenso, di
senso che s’apre
all’aperto, all’acqua (tracima)

(col sangue) si colma

tra cima e incendio (incede)
non cade, in-cide la pelle
sigilla la scia (rovente)
in fumo

(che fumiga, sperde)

rovello, dis –simile (dis-)
simula, intarsia la riva
del cielo
di grani, la (li) copre

(un abbraccio) di polvere

cura la spina, imbevera
notti, la nota che senti

(o è un urlo)

dispersa

(da qui)

3 pensieri riguardo “Ferite”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.