Cinquantadue aforismi

 

Marco Furia
nota critica
a Joë Bousquet e Marco Ercolani
Aforismos, Libelos Gijón 2020

 

 

 

Agile ed elegante, la plaquette “Aforismos” raccoglie aforismi di Joë Bousquet e Marco Ercolani (rispettivamente, venticinque e ventisette).
Sintetico e preciso, l’aforisma colpisce il lettore come una punta acuminata: si tratta di un’improvvisa illuminazione, di un inatteso raggio di luce in grado di mettere in risalto un quid non estraneo ma dimenticato (o quasi): lontano e, assieme, vicino a poesia e prosa, è massima, motto, inedito proverbio e anche nulla di tutto questo.
Cito da Joë Bousquet

“La réalité de l’artiste est la possibilité des autres hommes”
“Le principe du mouvement est l’ininterruption”
“Le poète matérialise l’immatériel”

e da Marco Ercolani

“Il rischio è fermare la vita futura”
“Dentro un’ombra, è leggibile tutto”
“La poesia è abitare desideri impossibili”
“Scrivo per ridurre il foglio a carta bianca”.

Dire (scrivere) poco è davvero dire (scrivere) poco?
A mio avviso, no: talvolta, anzi spesso, meno si parla più si dice.
I Nostri, consapevoli di ciò, lasciano libero il lettore di riflettere partendo da uno spunto, da una breve sequenza di parole.
Paragonato talora alla sentenza, l’aforisma ha in comune con quest’ultima la forma dispositiva ma, lungi dal definire, decidere una volta per tutte (salvo appello, ossia, non a caso, salvo ricorso ad altra sentenza), apre una strada, invita a un percorso.
Certo, il lettore può fermarsi lì, ma, per farlo, è costretto a compiere uno sforzo: un dardo verbale lo ha colpito e risulta arduo non tenerne conto.
I testi citati paiono particolarmente propensi a far emergere riflessioni di tipo poetico-filosofico, tuttavia, proprio nel leggerli, ci si rende conto di come l’aforisma non sia legato a specifici argomenti poiché la sua stessa esplicita natura lo rende riconoscibile come tale.
Qual è la sua precipua caratteristica?
L’immediata efficacia, direi.
Affrontare l’aforisma può essere facile come difficile: dipende da noi.
(Ho appena scritto, anch’io, un aforisma?
È possibile: l’aforisma è contagioso).
Con intelligente concisione, Joë Bousquet e Marco Ercolani hanno saputo proporre brevissimi testi che ad ogni lettura si aprono a ulteriori corsi di pensiero: le loro parole, ricche d’inesauribile energia, risultano disponibili a sempre nuove (feconde) letture.
Una goccia è un minuscolo cosmo e certe gocce verbali possono essere particolarmente gravide di significati.
Quanto alla raffinata “Edición fuera comercio. Tirada exclusiva de 25 ejemplares”, complimenti a Fernando Menéndez (forse anche non dichiarato traduttore).

2 pensieri riguardo “Cinquantadue aforismi”

  1. Grazie, Marco. Fernando Menendez è il traduttore, e l’ideatore di queste raffinate edizioni. Difficile definire un aforisma “poetico”: per me, e penso anche per te, è un microcosmo che non si conclude mai in se stesso, cioè l’esatto contrario di una sentenza.

  2. Sono d’accordo: l’aforisma è (anche) “un microcosmo che non si conclude mai in se stesso”. Ancora complimenti all’editore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.