Nel luogo del dolore

Giorgio Stella

ora tu aspetta,
aspetta che le mani

passino sul volto,
sul volto tuo

per poterti levare via
la maschera da morto –

la vita che si trasforma fino
a farti diventare ombra

ha reso possibile
la matrice del calco

di pelle, l’amore
nel luogo del dolore,

la carità nell’aria
che respira

il feto dell’anima

(Tratto da Controsfinge (e altri poemetti),
di prossima pubblicazione in
“Quaderni di RebStein”, LXXIX, sett. 2020)