Canto d’uomo

Yves Bergeret

Chant d’homme / Canto d’uomo

Tratto da Carnet de la langue-espace.

Traduzione di Francesco Marotta.

 En hommage à Abdoulaye Guindo, 
homme qui a fait un long voyage héroïque.
1
Violence et cruauté au Sahel
l’ont jeté à seize ans à la rue.
Cœur tenace il a pleuré il a couru.
Il a tiré sur lui le vent et s’en est couvert.
Le vent l’a aidé à aller.

Violenza e crudeltà nel Sahel
l’hanno gettato in strada a sedici anni.
Cuore tenace, ha pianto ha corso.
Ha tirato a sé il vento e vi si è avvolto.
Il vento l’ha aiutato ad andare.


2
Seul il a traversé désert et dureté extrême.
Il a pleuré ceux qui marchaient avec lui et mouraient.
Il a marché.

Da solo ha traversato deserto e difficoltà estreme.
Ha pianto quanti camminavano con lui e sono morti.
Ha proseguito.


3
Il a nagé dans le sel et dans la violence de la mer.
Il ne savait pas nager, il a avalé trop d’eau salée.
Il a nagé, le nuage de la liberté l’accompagnait.

Ha nuotato nel sale e nel mare in tempesta.
Non sapeva farlo, ha ingoiato troppa acqua salata.
Ha nuotato, la nuvola della libertà lo accompagnava.


4
Aux mafieux de Sicile il a désobéi
et a marché jusqu’à la montagne.
Elle l’a protégé comme un vent nouveau,
plus proche, plus fraternel.


Si è sottratto ai mafiosi in Sicilia
e ha camminato fino alla montagna.
Che l’ha protetto come un vento nuovo,
più amico, più fraterno.


5
Il a grimpé dans la caillasse
et franchi le col où ne vont que les tigres
et ceux qui ont le cœur intransigeant et libre.

E’ risalito lungo la pietraia
e ha varcato il colle dove vanno solo le tigri
e quelli che hanno il cuore intransigente e libero.


6
Il a regardé derrière lui
et a vu combien le gouffre était profond
et traitre : il ne lui a rien pardonné
et a ri.

Si è voltato all'indietro
e ha visto quanto profondo fosse e infido
il baratro: non gli ha perdonato niente
e ha riso.


7
De l’autre côté du col plus douce est la pente.
L’eau de la source court claire
comme les bras et les jambes de la parole.
Il a regardé et vu
qu’il est devenu le torse de la parole.

Dall'altra parte del colle più lieve è il pendio.
L’acqua della sorgente corre chiara
come le braccia e le gambe della parola.
Ha guardato e capito
di essere ormai il tronco della parola.


8
Il est devenu homme adulte. Solitaire et fier.
Il sait à présent guider des bœufs vers la pâture.
Il aide encore à mourir ceux qui n’en peuvent plus.
Il nomme la vie : elle a des arômes lumineux.

È diventato un uomo maturo. Solitario e fiero. 
Ora è in grado di guidare i buoi verso il pascolo. 
Aiuta pure a morire quelli che non ce la fanno più. 
Chiama per nome la vita, i suoi aromi splendenti.

1 commento su “Canto d’uomo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.