Mariella Mehr, Anna Ruchat, Teresa Iaria

Penso sia sempre un evento importante e coinvolgente se vengono pubblicati testi di Mariella Mehr; in questo caso riporto la nota editoriale della Galerie Bordas e colgo l’occasione per ringraziare Anna Ruchat anche per la sua instancabile passione di traduttrice:

mehr

Mariella Mehr,  L’ultimo miglio di tempo

Poesie inedite di M. Mehr. Immagini di Teresa Iaria a cura di Anna Ruchat 30 pagine sciolte, 20,7×14,5 cm. Quaderno in custodia cartonata. 50 esemplari numerati.

Prova d’artista/Galerie Bordas, ottobre 2021

I primi 5 esemplari sono accompagnati da un disegno originale di Teresa Iaria.

Queste poesie appaiono per la prima volta sia in tedesco che in italiano.

Pedro Xisto 2 : Concretos

Pedro Xisto
01 < >03


Marcelo Tápia
Medusa, numero 9
marzo 2000


Le poesie grafico – visuali di “Logogrammi”, riunite in Cammino, sono fra i punti più alti della poesia sperimentale internazionale e, proprio per questo, o una o l’altra sono state incluse in quasi tutte le antologie di poesia concreta o sperimentale pubblicate in vari paesi.

Diversamente dalle sue poesie concrete – delle quali alcune sono pietre miliari del movimento – i “Logogrammi” si sono conquistati un’indipendenza e un’identità che risaltano: splendide realizzazioni della cosiddetta “poesia semiotica”, rivelano un’ideazione distinta e un procedimento proprio, come se la poesia si strutturasse quasi sempre a partire dal tratto, elemento articolatore della “parola-immagine” – progetto di linee che incorpora lettere alla raffigurazione d’un tema, in una sorta di dimora universale del senso; “ritrovati” che sembrano “uova di Colombo” e impongono all’ovvio una trascendentalità universale e temporale. Si veda la poesia – più volte riprodotta con diverse tecniche, e addirittura stampata su maglietta in Giappone – “Zen” del 1966.

Continua a leggere Pedro Xisto 2 : Concretos