Terra Madre Parola

Rose Ausländer

Terra Madre Parola

Traduzione di Stefanie Golisch

*

Mutterland

Mein Vaterland ist tot
sie haben es begraben
im Feuer

Ich lebe
in meinem Mutterland
Wort

*

Terra madre

La mia patria è morta
l’hanno seppellita
nel fuoco

Io vivo
nella mia terra madre
parola

***

Noch bist du da

Wirf deine Angst
in die Luft
Bald
ist deine Zeit um
bald
wächst der Himmel
unter dem Gras
fallen deine Träume
ins Nirgends
Noch
duftet die Nelke
singt die Drossel
noch darfst du lieben
Worte verschenken
noch bist du da
Sei was du bist
Gib was du hast

*

Ancora ci sei

Butta la tua paura
nell’aria
Presto
il tuo tempo finirà
presto
il cielo
crescerà
sotto l’erba
cadranno i tuoi sogni
nel nulla
Ancora profuma
il garofano
canta il tordo
ancora puoi amare
regalare parole
ancora ci sei
Sii ciò che sei
Dai ciò che hai

***

Wer

Wer wird sich meiner erinnern
wenn ich gehe

Nicht die Spatzen
die ich füttere
nicht die Pappeln
vor meinem Fenster
der Nordpark nicht
mein grüner Nachbar

Meine Freunde werden
ein Stündchen traurig sein
und mich vergessen

Ich werde ruhen
im Leib der Erde
sie wird mich verwandeln
und vergessen

*

Chi

Chi si ricorderà di me
quando me ne andrò

Non i passeri
che io cibo
non i pioppi
davanti alla mia finestra
non il parco nord
mio verde vicino

I miei amici saranno
tristi per un’oretta
e mi dimenticheranno

Riposerò
nel corpo della terra
mi trasformerà
e mi dimenticherà

***

Denn

Denn ich hab dir
nichts versprochen
nur den Docht für die Lampe
und das Kännchen Öl
für gedämpftes Licht
auf dem Tisch
mit den Blutflecken

Den Teppich
kann ich nicht weben
mit diesen Fäden aus Draht

Sag nicht Gute Nacht
die Nacht ist nicht gut
die fremde vergessliche Nacht

*

Perché

Perché non ti ho
promesso nulla
soltanto lo stoppino per la lampada
e il bricco d’olio
per una luce bassa
sul tavolo
macchiato di sangue

Non posso tessere
il tappeto
con questi fili di ferro

Non dire Buona notte
la notte non è buona
la notte estranea smemorata

***

Weil

du ein Mensch bist

weil
ein Mensch eine Muschel ist
die manchmal tönt

weil
du in mir tönst
als wär ich eine Muschel

weil
wir uns kennen
ohne Namen und Samen

weil
das Wort Welle ist

weil
du Wort und Welle bist

weil
wir strömen

weil
wir manchmal
zusammenströmen

Wort Welle Muschel Mensch

*

Perché

tu sei umano

perché
un uomo è una conchiglia
che a volte suona

perché
tu suoni in me
come se fossi una conchiglia

perché
ci conosciamo
senza nome né seme

perché
la parola è onda

perché
tu sei parola e onda

perché
noi scorriamo

perché
a volte scorriamo
insieme

parola onda conchiglia uomo

***

Dichten

Sieben Höllen
durchwandern

Der Himmel sieht
es gern

geh sagt er
du hast nichts
zu verlieren

*

Fare poesia

Attraversare
sette inferni

Il cielo
è d’accordo

vai dice
non hai nulla
da perdere

*


Testi tratti da:
Rose Ausländer, Terra Madre Parola,
traduzione di Stefanie Golisch,
di imminente pubblicazione in
“Quaderni di Traduzioni”, LXX, gennaio 2022.

7 pensieri riguardo “Terra Madre Parola”

  1. Una scrittura di una semplicità e linearità disarmanti. E per questo assolutamente poesia. Parola nuda. Leggendole mi è venuto in mente quanto scriveva Elytis: “Aver scritto delle poesie o meno, non è quello che conta, quanto l’aver sofferto, aver fatto il tifo, aver ricevuto una scossa da quelle cose che in un modo o nell’altro conducono alla Poesia”.

    Massimiliano

  2. Poesie davvero significative. Non conoscevo la poetessa … poi sono andato su Wikipedia che in tedesco ha un articolo su di lei davvero abbastanza informativo. Certo, ascolterò anche die Vertonungen. Per prima cosa, ho pensato a Else Lasker-Schùler, e certamente anche Celan, e così si forma nella mia mente, con questa aggiunta di Rose Ausländer, un nucleo di poetesse-poeti ebrei dell’Europa orientale, una sorta di area di calore e intimità che resiste ad ogni distruzione storica di quei luoghi un tempo così ricchi culturalmente. Certo, poi, in qualche modo vi si aggiunge anche Nelly Sachs. Le traduzioni sono belle, ed essenziali, come è giusto del resto, fanno onore alla poetessa. Mi farebbe piacere poter contattare Stephanie Golisch, se lei lo volesse. Sono poeta anch’io, scrivo prevalentemente in inglese ma anche in italiano, e abito in Grecia . Saluti, Steven Grieco-Rathgeb.

    1. Καλησπέρα, Grieco. Ευχαριστούμε για το σχόλιο σας. Έχει ενδιαφέρον το να καταλήξει κάποιος εδώ από την Ελλάδα, όπου κι εγώ μένω. Εσείς που βρίσκεστε, ακριβώς; Χαιρετισμούς.

      1. Salve Damaggio, parlo il greco, ma non lo scrivo ancora molto bene, così rispondo in italiano. Io abito nel nord del paese, vicino a Igoumenitsa, è qui che è nata mia figlia 37 anni fa. Lei dove? Forse potremmo incontrarci da qualche parte, io spesso vengo ad Atene. I am a poet and this is what interests me. We probably have quite a few things in common … I read some of your translations of Greek poets, great job! Keep in touch, Steven Grieco-Rathgeb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.