Gilles Aillaud alla Galerie Bordas di Venezia

La Galerie Bordas è lieta d’invitarvi alla mostra 
GILLES AILLAUD
L’Encyclopédie et autres lithographies 
18 giugno – 31 luglio 2022 
vernissage, sabato 18 giugno ore 18.00

Da qualche parte Gilles Aillaud ha scritto «Tutti i poeti sono animali». Se per un attimo davanti ai nostri occhi scorresse tutta la sua opera potremmo tranquillamente invertire la frase in «Tutti gli animali sono poeti». Il tema principale del lavoro di Gilles Aillaud è stato la rappresentazione di animali e del paesaggio, con una fedeltà assoluta verso quei soggetti. È a loro che l’artista affida il silenzio dell’essere. Disegnare un animale è mostrare la grazia di ciò che siamo stati, è tentare di fissare nell’esistente, sotto forme diverse, la pluralità dei movimenti dell’essere, con il loro carico di pace e inquietudine, di imponderabile e certo. 
In mostra saranno visibili: il n. 2 della rivista Cargo con testi manoscritti e litografie; L’Encyclopédie de tous les animaux y compris les minéraux, realizzata dal 1988 al 2000 in quattro volumi, composti da 194 litografie in bianco e nero accompagnate da testi di differenti autori; le 24 litografie del libro d’artista Tauromachie pubblicato nel 1996; Le Tout Venant che comprende 40 litografie del 1998. Questi ultimi libri d’artista sanciscono la lunga collaborazione tra l’artista e il litografo Franck Bordas. La mostra sarà corredata da un catalogo stampato per l’occasione, con testi di Jean-Christophe Bailly e Franck Bordas. 
Gilles Aillaud (Parigi 1928-2005) pittore, scrittore, scenografo. Allievo di Jean Beaufret, scopre la filosofia e la letteratura contemporanea, senza tralasciare la pratica quotidiana del disegno. Dopo una prima mostra alla Galleria dell’Obelisco a Roma nel 1950 e una personale a Parigi alla Galerie Niepce lavora per circa dieci anni in totale isolamento. Premiato al Salon de la Jeune Peinture nel 1959, dal 1963 riprende a esporre e collabora con il pittore Eduardo Arroyo con il quale instaura un’amicizia importante. Nel 1968 è la mostra alla Galleria de’ Foscherari.Nel 1971 è invitato ad esporre al Musée d’Art Moderne de la ville de Paris. Nel 1972 comincia a lavorare per il teatro come scenografo e creatore di costumi per testi di Čechov, Brecht, Shakespeare, etc. Nel 1974 espone alla Galerie Claude-Bernard e comincia la sua collaborazione con il regista teatrale Klaus Michael Grüber. Nel 1978 comincia la collaborazione con il litografo Franck Bordas con il quale stampa le litografie per L’Encyclopédie de tous les animaux y compris les minéraux. Alle realizzazioni per il teatro viene dedicata un’esposizione insieme ad Arroyo, ad Avignone nel 1987. Nello stesso anno le mostre alla Galerie de France e alla Galerie du Jour. Ha scritto un libro su Vermeer nel 1985. Ha esposto nelle principali città europee, negli Stati Uniti e in Cina, e ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 1976.

Galerie Bordas

San Marco 1994/b
30124 Venezia
tel. (+39) 0415224812
www.galerie-bordas.com
mail: galeriebordas@yahoo.it
ore 11-13 e 16-19 dal mercoledì al venerdì
ore 11-13 mar e sab
altri giorni su appuntamento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.