Errata corrige – Su “Delle osservazioni” di Marco Giovenale

     Marco Giovenale mi segnala questo passaggio del mio studio su Delle osservazioni: Propongo ora un raffronto tra due versioni del medesimo testo; la prima com’è stata pubblicata in Storia dei minuti, la seconda come viene riproposta in Delle osservazioni (p. 7):

Su “Delle osservazioni” di Marco Giovenale

Antonio Devicienti Il paradigma cui Giovenale rimane fedele, è cosa arcinota, è l’uso di un linguaggio e di strutture sintattiche che vogliono stare agli antipodi del lirismo e del sentimentalismo, dello psicologismo e della bella forma vuota e fine a sé stessa; l’incessante tensione intellettuale e la lucidissima coscienza sia ermeneutica che storica rendono la … Continua a leggere Su “Delle osservazioni” di Marco Giovenale

Un pensiero di Marco Giovenale

Riporto, in quanto lo condivido in pieno, un passaggio da un’intervista con Marco Giovenale leggibile qui; seguo da tempo con estremo interesse il lavoro, la riflessione, l’opera, i progetti di Giovenale e continuo a individuarne la grande forza propositiva e innovativa. “finché la cultura media del lettore italiano non farà pace con l’arte contemporanea, cercando … Continua a leggere Un pensiero di Marco Giovenale

L’Enciclopedia asemica di Marco giovenale

Antonio Devicienti Per un abbozzo di “commento” al primo volume dell’Enciclopedia asemica di Marco Giovenale Mi proverò qui di seguito a commentare il volume di Marco Giovenale enciclopedia asemica / asemic encyclopædia I volume 2011-2017 edito da ikonaLíber di Roma nel 2019. ……Scusandomi in anticipo per la lunga citazione, introduco, per chi fosse poco o … Continua a leggere L’Enciclopedia asemica di Marco giovenale

Sotto la superficie delle immagini – Marco GIOVENALE

Lo status di paradosso della parola poetica può consistere nella sua capacità di esibire la propria necessità di esistenza (certe frasi nascono ‘compiute’) senza che di questa si conoscano in anticipo delle regole (di formazione), delle ragioni. Tende a risalire alla propria fonte, in una sorta di non miracolosa né ineffabile ma certo inafferrabile autofondazione. … Continua a leggere Sotto la superficie delle immagini – Marco GIOVENALE

Profilo minore

Profilo minore di Federico Federici (Nino Aragno Editore, Torino 2021) è il risultato attuale di diverse riscritture, sovrapposizione di palinsesti che, in maniera del tutto cosciente, non hanno mai aspirato a una qualche definitività. Profilo minore vive, a mio parere, sotto il segno e nello spirito del principio d’indeterminazione di Heisenberg, inverando, al tempo stesso, … Continua a leggere Profilo minore

MG: la gente non sa cosa si perde

PREMESSA: Quelle che Marco Giovenale compie in La gente non sa cosa si perde (Tic Edizioni, Roma 2021) sembrano campionature di frammenti del parlato e assemblaggi di materiale linguistico eterogeneo, una sorta di reperti dal nostro tempo; sono, in realtà, (e come sempre nell’opera di Giovenale) calibratissimi testi nei quali scorgo, contemporaneamente, ironia e pietas. … Continua a leggere MG: la gente non sa cosa si perde

Breve saggio su di una bottiglia blu (per un omaggio ad Avigdor Arikha)

Osservando i dipinti e i disegni di Avigdor Arikha si affacciano alla mente la parola preservare e l’espressione avere cura: prima ancora che analitico (o realista) lo sguardo dell’artista è pietoso e amorevole. Nello studio dell’appartamento parigino di Samuel Beckett (Boulevard Saint Jacques, 38) una bottiglia blu piena di acqua minerale, oppure di pigmento blu, … Continua a leggere Breve saggio su di una bottiglia blu (per un omaggio ad Avigdor Arikha)

Su “Frattura composta di un luogo” di Andrea Accardi

Il notevole lavoro di Andrea Accardi Frattura composta di un luogo (Borgomanero, Giuliano Ladolfi Editore, 2019) esula dalle classificazioni tradizionali (anche se è stato pubblicato nella Collana Perle – Narrativa) e ci viene incontro con la sua geometrica scansione in tre parti (Il luogo – I nomi – Le voci, articolata ognuna in trenta brevissimi … Continua a leggere Su “Frattura composta di un luogo” di Andrea Accardi

Breve saggio “a due ante”

(Desidero che questo scritto sia come le due ante di un dittico da aprire per cominciare la lettura e da richiudere a lettura ultimata: le due parti si richiamano tra di loro). PRIMA ANTA: ARCHITETTURE INDUSTRIALI DI BERND E HILLA BECHER Fotografano stabilimenti minerari, gasometri, serbatoi dell’acqua, ponti per il manovramento dei treni, altiforni.

Quaderni delle Officine

*** Quaderni delle Officine (I) Antonio Scavone – Filosofia dello scrivere (Parte Prima) *** Quaderni delle Officine (II) Giuseppe Zuccarino – Effrazioni e simulacri *** Quaderni delle Officine (III) Giuseppe Zuccarino – La fiamma e la cenere *** Quaderni delle Officine (IV) Giuseppe Zuccarino – Modalità di lettura-scrittura in Derrida *** Quaderni delle Officine (V) … Continua a leggere Quaderni delle Officine

Ospiti (e-l)

Margherita Ealla (1) (2) (3) Umberto Eco Daniela Edburg Ólafur Elíasson Luca Elli (1) (2) Matt Elliott Paul Éluard Antoine Emaz Andrea Emo Empedocle Hans Magnus Enzensberger Marco Ercolani (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16) (17) (18) (19) (20) (21) (22) (23) (24) (25) (26) … Continua a leggere Ospiti (e-l)

Tiresia, sguardi, veli, visioni, cancelli, porte, balbettii, sondaggi

Il 27 febbraio 2020 Federico Federici ha pubblicato, nel suo spazio Weisses Werk, una propria creazione di scrittura asemica e di poesia visiva intitolata Tiresias’ Gate: qui di seguito proverò non a spiegare o a illustrare l’opera, ma, invece, a commentarla, anche perché i migliori risultati di scrittura asemica non possono (e non devono) essere … Continua a leggere Tiresia, sguardi, veli, visioni, cancelli, porte, balbettii, sondaggi

Ospiti (D)

Alberto Da Costa E Silva Manuela Dago Antonio D’Agostino Chiara Daino (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) Stefano Dal Bianco Francesco Dalessandro Mario Dal Pra’ (1) (2) (3) Massimiliano Damaggio (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16) (17) (18) (19) (20) (21) (22) (23) (24) (25) … Continua a leggere Ospiti (D)