Cognizione di Emilio Villa (II) – di Nanni Cagnone

(Emilio Villa, L’Es Prit Pur, da Compost xt) [La prima parte qui.]                Nanni Cagnone – Cognizione di Emilio Villa. II      Ho sempre saputo di essere difettoso. Infatti, vi sarà difficile trovare un testimone piú scaduto. Ad esempio: nel 1965, Emilio Villa chiese a me e a Patrizia Vicinelli di scrivere qualcosa che accompagnasse … Continua a leggere Cognizione di Emilio Villa (II) – di Nanni Cagnone

Cognizione di Emilio Villa (I) – di Nanni Cagnone

(L’immagine è tratta da Compost xt)                Nanni Cagnone – Cognizione di Emilio Villa. I      Quando un uomo parla di un altro che non sa piú parlare, le sue parole rischiano di diventare sacrosante. E allora voglio indebolirle queste parole, affinché si possa pensare a Emilio Villa in modi che non siano quelli in … Continua a leggere Cognizione di Emilio Villa (I) – di Nanni Cagnone

Il racconto di un’avventura (del tradurre)

Tutto è cominciato con una telefonata durante la quale Nanni Cagnone mi ha proposto di tradurre l’intera opera poetica di Stefan George (si pronuncia più o meno ghe-or-ghe). Lo confesso: non ho avuto il coraggio di dirgli di no, ma pensavo che George non fosse del tutto nelle mie corde – si trattava di un … Continua a leggere Il racconto di un’avventura (del tradurre)

Poetiche cognizioni

Marco Furia nota di lettura Le cose innegabili di Nanni Cagnone Avagliano Editore, Roma, 2018   Le cose innegabili, di Nanni Cagnone, è una raccolta di versi la cui evocativa tensione pare rivolta verso l’esterno e assieme verso l’interno: l’autore c’è con un’assidua tendenza a dire, a rivolgersi agli altri mai dimenticando se stesso. Nulla … Continua a leggere Poetiche cognizioni

Nota critica a “Via Crucis”

Elio grasso Nota di lettura a: Silvia Comoglio Via Crucis Pasturana (AL), Puntoacapo, 2014 Quanto al pronunciarsi su una scrittura, i più praticano assilli d’abbandono poiché sospettano mutamenti di geometrie e di fisionomie serenamente conosciute. Col rischio di concedersi a suoni dall’identità strana, se non addirittura estranea. Non si è più simultanei di cortei consueti, … Continua a leggere Nota critica a “Via Crucis”

Poeti per Genova

“parlate bambini additate i colpevoli le carte gli oracoli riversate nel grigiore di questa pioggia il vostro spudorato livore senza canto” Sebastiano Aglieco Genova nel mare Pensiamo di conoscere tutto del mondo, e invece ne sappiamo sempre meno. Pensavamo che il Ponte Morandi si elevasse sul livello del mare fino ai 90 metri dei piloni … Continua a leggere Poeti per Genova

Nell’esilio / Catania 3 agosto

NELL’ESILIO – inauguro oggi una rubrica dalla cadenza del tutto irregolare, il cui titolo ho voluto fosse ispirato al libro Doveri dell’esilio di Nanni Cagnone, nel senso che, da una condizione sia esistenziale che civile di “esilio” da un’ideale polis retta dai valori dell’amicizia, della bellezza, della libertà, osservo fatti, incontri, idee proprio al fine … Continua a leggere Nell’esilio / Catania 3 agosto

Per il decennale di RebStein, 14

Antonio Devicienti L’ora contro: frammenti per un omaggio alla scrittura di Domenico Brancale Percepisco la scrittura di Domenico Brancale quale presenza così potente per me e suggestionante e assoluta che non vorrò scrivere qui una nota di lettura, né un saggio critico, né porrò i testi del poeta lucano su di un tavolo operatorio per … Continua a leggere Per il decennale di RebStein, 14

L’uomo della soglia

Francesca Diano Nanni Cagnone è uno di quei rari che si sottraggono a qualunque categorizzazione, ma che incarnano l’idea, platonica vorrei dire, del Poeta, non solo perché scrivono versi – sempre, anche quando in versi non scrivono, anche quando pensano, parlano, tacciono, vivono, respirano – ma perché consacrano la vita a dare forma, e rendere … Continua a leggere L’uomo della soglia

Carteggi Letterari, 2

Le ultime pubblicazioni di Carteggi Letterari – Le Edizioni: Nanni Cagnone – Corre alla sua sorte Marcello Meli – Cinquanta quartine facili Marco Ercolani – Il poema ininterrotto di Francesco Marotta