Breve nota su “A ritroso” di Nanni Cagnone

La Casa Editrice nottetempo offre all’attenzione di un pubblico più vasto dell’usuale quella che alcuni chiamerebbero l’autoantologia di Nanni Cagnone, vale a dire una scelta dei testi pubblicati lungo gli anni effettuata dall’autore stesso; Nanni Cagnone ha intitolato A ritroso (2020 – 1975) questo elegante volumetto dalla copertina sobriamente bianca e, nella nota finale, sottolinea … Continua a leggere Breve nota su “A ritroso” di Nanni Cagnone

“Accoglimento” di Nanni Cagnone

Mi fa molto piacere annunciare l’imminente uscita di un’altra opera in poesia di Nanni Cagnone: si chiama Accoglimento e sarà pubblicata dalla Finestra Editrice di Marco Albertazzi  nella  Collana Contemporaneamente. Unico vanto, aver resistito lungamente a me stesso. Nel disadorno ovunque e nel fulgore che raramente, ne l’affamato strepito del giorno e notturno scivolare, io … Continua a leggere “Accoglimento” di Nanni Cagnone

I bisogni della parola (su “Mestizia dopo gli ultimi racconti” di Nanni Cagnone)

di Marco Furia nota di lettura a Nanni Cagnone Mestizia dopo gli ultimi racconti La Finestra Editrice, 2019 Mestizia dopo gli ultimi racconti, solida raccolta di versi di Nanni Cagnone, si apre con “Tutto prese avvio da una parola. Ma non si resiste a lungo entro una parola. Attendi nel mondo esterno il segno d’una … Continua a leggere I bisogni della parola (su “Mestizia dopo gli ultimi racconti” di Nanni Cagnone)

Cognizione di Emilio Villa (II) – di Nanni Cagnone

(Emilio Villa, L’Es Prit Pur, da Compost xt) [La prima parte qui.]                Nanni Cagnone – Cognizione di Emilio Villa. II      Ho sempre saputo di essere difettoso. Infatti, vi sarà difficile trovare un testimone piú scaduto. Ad esempio: nel 1965, Emilio Villa chiese a me e a Patrizia Vicinelli di scrivere qualcosa che accompagnasse … Continua a leggere Cognizione di Emilio Villa (II) – di Nanni Cagnone

Cognizione di Emilio Villa (I) – di Nanni Cagnone

(L’immagine è tratta da Compost xt)                Nanni Cagnone – Cognizione di Emilio Villa. I      Quando un uomo parla di un altro che non sa piú parlare, le sue parole rischiano di diventare sacrosante. E allora voglio indebolirle queste parole, affinché si possa pensare a Emilio Villa in modi che non siano quelli in … Continua a leggere Cognizione di Emilio Villa (I) – di Nanni Cagnone

Anni di poesia

Marco Ercolani Nota di lettura a: Elio Grasso Anni di poesia Recensioni e interventi 1985-2019 Puntoacapo, 2020 …… Alcuni libri, più di altri, non si sottomettono a nessuna classificazione. Anni di poesia, di Elio Grasso, è uno di questi. Grasso espone, con seria, competente, divertita, spesso feroce nonchalance, il repertorio dei volumi di versi (non … Continua a leggere Anni di poesia

Una condizione concava

Marco Ercolani Una condizione concava La parola, bloccata dal senso comune nel recinto di una sola prospettiva, smette di vorticare, diventa un pezzo di plastica, un oggetto inerte che smette di sedurre: solo quando riprende a girare, inafferrabile trottola, riacquista il suo primo, indefinibile senso, quella natura di danza, di suono pieno di discorso. Ma … Continua a leggere Una condizione concava

Quaderni delle Officine (XCIV)

Quaderni delle Officine XCIV. Febbraio 2020 Antonio Devicienti __________________________ Il lievitare dello smarrimento. Su Mestizia dopo gli ultimi Racconti e La genitiva Terra di Nanni Cagnone ______________________________

Il lievitare dello smarrimento

Antonio Devicienti Nanni Cagnone Cielo, pensato culmine, concavità a cui s’imposero leggende, mi volgo indietro per vederti alto nel tempo santificar colline, fermo sui tumulti con tua volubile eternità. Altorivolgersi, credersi accolti, poi ruzzolare, all’orlo ultimo scoprire che i libri servono soltanto a ricordare le parole.

Quaderni delle Officine (LXXXVI)

Quaderni delle Officine LXXXVI. Giugno 2019 Antonio Devicienti __________________________ “Nient’altro che l’esperienza d’un lettore” Un attraversamento di Parmenides remastered di Nanni Cagnone ______________________________

Parmenides remastered

Antonio Devicienti “Nient’altro che l’esperienza d’un lettore” Un attraversamento di Parmenides remastered di Nanni Cagnone Perché cercare di classificare un libro, volerlo etichettare? Forse per disinnescarne l’eventuale carica eversiva, per tentare di ricondurlo alla “normalità” di limiti riconosciuti e tranquillizzanti. Ma per fortuna si danno a leggere libri come questo di Nanni Cagnone, Parmenides remastered … Continua a leggere Parmenides remastered

L’esperienza del leggere

Nota di lettura di Marco Furia  a Nanni Cagnone  Parmenides Remastered La Finestra Editrice, 2019. Di fronte ai complessi ma non armati pensieri e versi di Parmenides Remastered, di Nanni Cagnone, ossia di fronte a un’intensa esigenza di dire e di dirsi, il lettore, all’inizio, è quasi portato, paradossalmente, a resistere. Ci si accorge presto, … Continua a leggere L’esperienza del leggere

Breve saggio sull’arte di Edoardo Tresoldi

Fare materializzare immagini mentali usando reti metalliche: le figure umane, le costruzioni architettoniche che si danno a vedere posseggono l’aerea trasparenza di una visione, l’impalpabile presenza di un pensiero. Un’immagine della mente che si profili nel paesaggio incanta lo sguardo, stabilisce un ininterrotto flusso di sentimenti e di pensieri tra il “fuori” e il “dentro” … Continua a leggere Breve saggio sull’arte di Edoardo Tresoldi

Il racconto di un’avventura (del tradurre)

Tutto è cominciato con una telefonata durante la quale Nanni Cagnone mi ha proposto di tradurre l’intera opera poetica di Stefan George (si pronuncia più o meno ghe-or-ghe). Lo confesso: non ho avuto il coraggio di dirgli di no, ma pensavo che George non fosse del tutto nelle mie corde – si trattava di un … Continua a leggere Il racconto di un’avventura (del tradurre)

Poetiche cognizioni

Marco Furia nota di lettura Le cose innegabili di Nanni Cagnone Avagliano Editore, Roma, 2018   Le cose innegabili, di Nanni Cagnone, è una raccolta di versi la cui evocativa tensione pare rivolta verso l’esterno e assieme verso l’interno: l’autore c’è con un’assidua tendenza a dire, a rivolgersi agli altri mai dimenticando se stesso. Nulla … Continua a leggere Poetiche cognizioni